Utente 128XXX
a seguito di una ptosi della palpebra dx ho eseguito una RMN del cranio che ha evidenziato una grossa massa che interessa estesamente il basicranio anteriore e medio che si estende in sede intracranica a livello della regione sfenoidale, dell'apice orbitario e del seno cavernoso di dx con un conseguete parziale esoftalmo e marcata impronta sul nervo ottico, l'arteria carotide dx è completamente avvolta dalla lesione a livello del sifone. in sede extra cranica la lesione si estende inferiormente attraverso la fossa pterigo palatina a livello della regione pterigoidea e mesialmente in corrispondenza della regione del seno sfenoidale, etmoidale posteriore e della parte superiore della fossa nasale. a fine agosto, su consiglio del neurochirurgo mi sottopongono ad intervento di biopsia che rivela che sono affetta da carcinoma adenoidocistico a prevalente crescita solida coinvolgente il basicranio anteriore, il seno cavernoso ed il distretto intracranico. durante il ricovero mi sottopongono a tac totalbody, scintigrafia ossea ed eco collo. questo è il loro responso finale : "considerata l'estensione della patologia ed il riscontro radiologico di numerose lesioni secondarie a carico del parenchima epatico, si esclude la possibilita' di trattamento chirurgico e radioterapico e si suggerisce valutazione oncologica per ev chemioterapia presso altra struttura. sono già inappetente e peso ormai solo 38 kg!! ho paura che la chemio mi faccia più male che bene !! datemi un consiglio , ho paura del futuro!! quanto tempo mi rimane secondo voi?? grazie di cuore

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

direi che un trattamento chemioterapico è la cosa più opportuna. Magari in abbinamento ad applicazioni di ipertermia capacitiva.
Occorre fiducia ed ottimismo.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 128XXX

la ringrazio della Sua gentile risposta anche se oggi sono ancora più confusa perché l'oncologa alla quale mi sono rivolta non è d'accordo con il farmi la chemio ma ha detto che, vista la situazione, sarebbe meglio la radio al cranio! non so più cosa pensare ! mi ha anche parlato di una terapia all'estero con i protoni. Lei cosa ne pensa ? e se non facessi niente? solo una terapia del dolore ?
grazie e distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Io sentirei anche il parere di un collega radioterapista. La scelta su come proseguire le cure spetta solo a te... Ogni decisione sarà sempre condivisibile.

Io resto a disposizione.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#4] dopo  
Utente 128XXX

gli oncologi radioterapisti dell'ospedale di Varese hanno detto che una radioterapia era da escludere visto l'interessamento epatico mentre all'istituto dei tumori di Milano pensano di fare la radio al cranio come terapia del dolore e non prendere in considerazione le metastasi al fegato. io non sono medico ora a chi devo dare affidamento ?!?!?! grazie di tutto, comunque!

[#5] dopo  
Utente 128XXX

gentili dottori purtroppo tutti i miei dubbi riguardo chemio o radio sono stati sedati dalla condanna a morte da parte dei vostri colleghi che hanno escluso ogni tipo di terapia. ora sto benino, sono in terapia con 1/2 compressa al di' di deltacortene e con 3 bustine di tachidol. volevo chiedervi come devo interpretrare gli esami che ho appena fatto : got 39 gpt 43 e gammagt 440 con le piastrine a 4800. l'occhio è un pochino più in fuori , ma riuscirò secondo voi a vivere ancora qualche anno? nessun medico mi risponde, stanno tutti sul vago!! grazie anticipatamente, anche solo per avermi ascoltata.

[#6] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

degli esami eseguiti il valore da tenere sotto osservazione è quello delle piastrine (4800 sono bassine). Non si può prevedere l'andamento di malattia, alle volte anche le situazioni che sembrano più disperate possono rimanere in equilibrio.

Resto a disposizione per ogni evenienza

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#7] dopo  
Utente 128XXX

grazie dottore per la sua pronta risposta , secondo lei ogni quanto
dovrò l'emocromo? con quelle piastrine devo continuare a prendere il cardirene 160 ? grazie di cuore

[#8] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Secondo me ogni settimana... il cardirene lo sospenderei.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#9] dopo  
Utente 128XXX

grazie a presto, spero con notizie migliori

[#10] dopo  
Utente 128XXX

gentile dottore mi scusi se la disturbo di nuovo e così presto, purtroppo dall'occhio, che è sempre più gonfio, è uscita una escrescenza che sembra carne viva, che cresce abbastanza in fretta. cosa può essere? ma soprattutto a chi devo rivolgermi? si potrà asportare chirurgicamente ? grazie da una nonna disperatamente lucida