Utente 128XXX
Buonasera, innanzitutto ringrazio il dott. Pastore per la sua disponibilità. Io sono quella donna di trent' anni che un anno fa ha subito l'asportazione di un ovaio per un adenocarcinoma al I stadio. Gli esiti degli esami di controllo eseguiti in quest'ultimo mese non sono così positivi o almeno non così chiari come speravo. Infatti il valore del CA 125 è pari a 14, e quindi va bene, così come va bene la ECG transvaginale eseguita dal mio ginecologo. Da quest'ultima risulta un ovaio (quello rimasto)di 37 mm., con corpo luteo in accordo con la fase del ciclo. Invece la tac addome inf. con m.d.c. eseguita 8 giorni dopo la ECG ha dato un esito che mi ha preoccupata parecchio ed è il seguente: in sede anness. dx presenza di formazione ipodensa di 32x25 mm., scarsamente ed irregolarmente vascolarizzata in fase contrastografica, caratterizzata da pareti ispessite, meritevole, alla luce dei precedenti, di controllo con esame RM con m.d.c. La radiologa mi ha spiegato che il corpo luteo visto con ECG potrebbe essere un altro tipo di formazione, ma visto che tra pochi giorni dovrei avere il ciclo mestruale mi ha anche consigliato di fare un'altra ECG (prima della RM) subito dopo le mestruazioni per controllare la sua presenza in una fase in cui un corpo luteo non ci dovrebbe essere. Ovviamente ho già contattato il medico che mi segue dallo scorso anno, ma prima della prossima settimana non potrò incontrarlo, quindi, se possibile, vorrei sapere se è così complicato distinguere un corpo luteo tipico di una certa fase del ciclo da un altro tipo di formazione, soprattutto se si tratta di una formazione tumorale. E poi sarà sufficiente la RM a escludere la presenza di un tumore? O sarà comunque necessario un intervento sull'ovaio?
La ringrazio e le porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

a mio avviso si tratta di prudenza. La prudenza dettata giustamente da una pregressa neoplasia in una donna molto giovane. Non credo che vi sia nulla di grave ma suggerisco di seguire i consigli dei colleghi e di eseguire l'ecografia ed in successione la RMN. Quindi, tranquillità ma giusta vigilanza.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it