Utente 179XXX
Salve,RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE I MEDICI CHE CON DEDIZIONE E PROFESSIONALITA' OFFRONO IL LORO CONSULTO NONCHE' INDISPENSABILE SUPPORTO.
Sono una ragazza di 24 anni, scrivo per conto di mio padre,(48 ANNI) che nel mese di aprile/2010 in seguito ad un ricovero per tosse persistente e successiva diagnosi di bronchite, con gli accertamenti necessari gli è stato diagnosticato un adenocarcinoma non a piccole cellule,a sviluppo ilo-perilare superiore nel contesto del lobo superiore, e una falda di versamento pericardico. Inizia così il primo ciclo di chemioterapia con cisplatino alimta (ogni ciclo era caratterizzato da 3 sedute ognuna intervallata da 21 gg) al termine di questa e dalla tc torace è risultato un incremento estensivo ed infiltrativo della lesione neoproliferativa,dopo 3 mesi circa segue un secondo ciclo di chemio strutturato come il precedente nella frequenza ma con utilizzo di farmaci diversi, il farmaco in questione è il taxotere (infatti anche gli effetti collaterali se in precedenza hanno messo mio padre in condizione di alimentarsi tramite nutrizione parenterale, in questo ciclo i sintomi sono stati più lievi) i risultati alla tac mostrano ancora una volta un ulteriore peggioramento estensivo della lesione infiltrativa. Preciso che in ogni tc torace, addome, pelvi, eco addome, tc cranio NON RISULTA LA PRESENZA DI METASTASI A DISTANZA.
Mio padre è ormai un ex-fumatore dall' aprile 2010.
La terapia che gli è stata prescritta è l'assunzione orale di TARCEVA 150mg/die, alla luce di quanto descritto, volevo porre il mio quesito soprattutto in merito all'utilizzo di tale pillola, il medico che ha in cura mio padre ha detto che l'eruzione cutanea (vescicole-bolle) pruriginosa, è un segno caratteristico di efficacia....adesso il medico non è reperibile e a mio padre son uscite queste eruzioni, ho letto il bugiardino contenuto nella scatola del farmaco, e non voglio allarmare mio padre gia abbastanza provato ma c'è scritto che diarrea, tosse improvvisa, e eruzioni cutanee sono effetti indesiderati e non di efficacia, e c'è scritto di contattare subito un medico, perchè in caso è necessaria la sospensione del farmaco. VORREI, SE POSSIBILE, UN PARERE SUI SEGNI DI EFFICACIA CHE IL MEDICO HA DESCRITTO COME TALI.
MI SCUSO ANTICIPATAMENTE SE HO OMESSO PARTICOLARI DEL DECORSO CLINICO, DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO MA GRAN PARTE DELLA DOCUMENTAZIONE NE è IN POSSESSO MIA MADRE CHE IN QUESTO MOMENTO è A CUBA PER PRENDERE L'ESCOZUL.

Nell'attesa di una vostra risposta vi mando i miei più cordiali saluti, Danila!

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La correlazione tra effetti collaterali e efficacia è ancora tutta da provare ed inoltre la conferma di efficacia si ho solo con la diagnostica strumentale (TC).
Diverso è valutare la presenza di mutazione genetica egfr (solo per iressa).
E' complesso in questa sede dare spiegazioni sui meccanismi degli effetti cutanei, ma se essi sono importanti contatti il suo oncologo per il trattamento e modulazione della dose,
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Utente 179XXX

Salve, spero di non approfittare della sua disponibilità, vorrei porle una domanda, cerco su internet dei possibili aiuti e chiarimenti ma i siti sono molto specifici nella terminologia.. le volevo chiedere come mai un versamento pleurico porta edemi alle estremità e viso, e se il tumore di cui le ho parlato nella precedente mail possa essere la causa di formazione continua del liquido.
La ringrazio sempre anticipatamente per la sua cordiale attenzione.
attendo una sua risposta, Cordiali Saluti!
Danila!!!

[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Il versamento pleurico non porta edemi, ma è una delle conseguenze di una alterazione metabolica, sempre che non sia ascrivibile alla patologia.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)