Utente 291XXX
Spett.le
Vi chiedo se inviandovi un referto microscopico del carcinoma del polmone potrei avere informazioni se e' necessario operare o mettere in atto delle terapie alternative per questo tipo di carcinoma,ringraziandovi anticipatamente invio distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
le indicazioni specifiche per ogni singolo caso clinico devono essere date di persona, durante una valutazione completa dei dati clinici, dalla visita del paziente, degli esami radiologici, degli esami di laboratorio ed infine del dato istologico.
Questo forum non ha l'intento di sostituirsi al medico specialista in carne ed ossa ma solo di aiutare a comprendere qualche particolare oscuro a proposito di procedure diagnostiche o terapeutiche.
Con questi limiti, consideri che lei può porre la domanda che vuole e le sarà risposto ciò che è possibile.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 291XXX

spett.le dr.Vito Barbieri

le pongo all'attenzione la diagnosi riscontrata da agoaspirato a polmone destro
REPERTO MICROSCOPICO
Strisci costitutiti prevalentememte da detriti necrotici,le indagini diimmunoistochimica hanno fornito i seguenti risultati per le celluleneoplastiche
TTFI:-
Sinaptofisina:-
p63:-
CK7:-
CK20:-
CKpool:+

DIAGNOSI
Reperti suggestivi per localizzazione di carcinoma scarsamente differenziato non microcitoma NAS
SNOMED
T-28000 M-80203


Sulla base del reperto e della diagnosi saprebbe indicarmi se e' possibile una cura alternativa all'operazione di asporto del carcinoma,ringraziandola anticipatamente invio distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentiile Utente,
la forma che lei ha descritto dal punto di vita istologico è veramente particolare, come può vedere da tutti i segni meno accanto i test immunoistochimici che indicano negatività per tutti i marcatori che potrebbero servire a capirne il tipo.
Quindi con una forma così poco differenziata (vuol dire: molto lontata dall'aspetto delle cellule normali) la prognosi non sarebbe buona se fosse avanzata ed inoperabile.
Lei non ha riportato esami TC o PET tuttavia, se le hanno parlato di operabilità vuol dire che la malattia è limitata nella sua estensione e quindi la chirurgia è l'unica opzione per sperare di uscire da questa malattia.
Ribadisco che senza questi elementi non mi posso esprimere tuttavia tentennare e perdere tempo potrebbe controproducente mentre invece potrebbe essere opportuno farsi spiegare bene la situazione dai medici che hanno tutto il quadro davanti e possono farle capire meglio quanto ho accennato.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro