Utente 787XXX
Ho 66 anni 2 mesi fa da una rx al torace con risulatto velatura al polmone ds a seguito ho fatto una tac con contrasto e poi ho eseguito una biopsia insomma dopo 2 mesi di visite e controlli la diagnosi e' stata tumore a piccole cellule di dimensione notevoli 8 cm di circonferenza senza metastasi tac ecefalo negativa.
la domanda che vorrei porre e' quante possibilita di guarigione o meglio di sopravvievnza dopo che avro aftto 3 cicli di chemio e 2 cicli di radio?
Vi ringrazio in anticipo e spero in una vostra risposta

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Pur essendo una malattia molto aggressiva con tendenza alla diffusione a distanza, il microcitoma appare paradossalmente più radiochemiosensibile di altri tipi di tumori polmonari dando spesso delle risposte complete con la sola chemioterapia di induzione. Le percentuali, caro utente, lasciano il tempo che trovano, anche perchè abbiamo sempre maggiori conoscenze sul fatto che ogni individuo reagisce in modo completamente "individualizzato" ai trattamenti in relazione al proprio profilo genetico e alle caratteristiche"individuali" della malattia e delle singole cellule alterate che la compongono. Quindi fare una stima dei mesi o degli anni spesso, a mio avviso, rappresenta un errore. In ogni caso con gli elementi scarsi che ci pone è ancora più difficile sparare delle percentuali che non aspettano altro che essere smentite(non necessariamente in peggio).
Cominci con fiducia i trattamenti
Cordiali saluti
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#2] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo

36% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SONDALO (SO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente
Non posso che condividere il commento del Dr Alongi.
Resta da sottolineare comunque che purtroppo il "tumore polmonare a piccole cellule" rimane sempre una brutta bestia!
Purtroppo non esistono possibilità chirurgiche e l'unica via percorribile è il trattamento chemioterapico.
Senza dar numeri o statistiche mi auguro e vi auguro che il trattamento farmacologico abbia gli effetti desiderati.
Dr. Francesco Inzirillo
- Ospedale "Morelli" - Sondalo
- Istituto Clinico Humanitas - Milano

[#3] dopo  
Utente 787XXX

Io Vi ringrazio con tutto il cuore,proprio stamattina ho iniziato la chemio e appena mi sara' possibile trascrivero qui tutti gli esiti degli esami fatti e il tipo di chemio che mi e' stata data mi scuso per i pochi indizi che vi do ma mi e' molto difficile ricordare ttto cio che leggo e che mi viene detto visto che i referti sono tutti a disposizione dell'ospedale.Finalmente stamattina una buona notizia mi ha rischiarato la giornata e mi da almeno un filo di speranza gli esiti della tac del tronco polmoni,addome,fegato,intestino,e tutto il resto e' negativo cosi come la scintigrafia alle ossa e un'ulteriore controllo all'encefalo tutto negativo.
So bene che in futuro questo potra cambiare ma per ora va bene cosi un passo alla volta.
Dot Inzirillo vedo che lei lavora a Rozzano credo che l'ospedale sia lo stesso dove io sono in cura clinica Humanitas,posso se mi permette fare un complimento a tutte le persone che lavorano li dalle infermiere le signorine che lavorano agli sportelli insomma a chiunque lavora nella struttura non ho mai incontrato perone cosi disponibili e gentili.
Vi ringrazio davvero tanto e spero di poter darvi al piu presto ulteriori informazione cosi como vi faro avere i referti della mia precedente disavventura non grave come questa per un cancro seno operto 5 anni fa e per fortuna risolto nei migliori dei modi,ache ese ora ci pensa questo cancro primario a darmi del filo da torcere.
Grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo

36% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SONDALO (SO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Grazie a Lei per i complimenti.
Aspettiamo notizie.. speriamo buone!
Rimango a disposizione per ulteriori necessità.
Dr. Francesco Inzirillo
- Ospedale "Morelli" - Sondalo
- Istituto Clinico Humanitas - Milano