Utente 374XXX
Gentile dottore,
da qualche tempo mi sto documentando sulla pericolosità di determinate pietanze che a causa della mia ignoranza ho sempre reputato "innocue". Di recente ho appreso in rete che i cibi affumicati contengono sostanze cancerogene ed è grande la mia preoccupazione poiché da 4 mesi a questa parte in casa mia abbiamo consumato in media una volta a settimana la tipica provola fresca affumicata campana. In casa facciamo un'alimentazione ricca di fibre, frutta e verdura ma sono in pensiero per il mio bambino poiché mia moglie in quel periodo era in allattamento e lo è tutt'ora. Abbiamo corso dei rischi? possiamo stare tranquilli? potrebbe chiarirmi qual è il livello di pericolosità dei cibi affumicati?

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Una volta alla settimana per 4 mesi non incrementa il rischio da Lei paventato.

Quel che fatto...è fatto e non si può far nulla, anche perchè le sue preoccupazioni mi sembrano eccessive.

Se poi si vuole fare Prevenzione oncologica riducendo i fattori di rischio, Le allego questi link

Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

https://www.medicitalia.it/news/oncologia-medica/5739-franco-berrino-nuovo-libro-cibo-uomo.html

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com