Utente 657XXX
Vallego quanto riportato da questo esame con preghiera se possibile , avere anche da parte vostra un riscontro
come il 2015 anche quest'anno ho ripetuto l'esame RM per questo quesito clinico:
controllo evolutivo in paziente in sorveglianza attiva per riscontro di neoplasia a basso grado dopo TURP (2010)
l'esame odierno ricalca sostanzialmente quanto descritto in precedente esame gennaio 2015. In particolare ma prostata con dimensioni che rientrano nei limiti di norma e slargamento del meato uretrale per esiti di resenzione endoscopica.Permane area di relativa alterazione del segnale ipointensa in T2 e con indici di ristretta diffusivita cellulare ma non ipervascolarizzata al margine postero-laterale della zona di transizione del lobo di sinistra ,alla base,avente caratteristiche solo relativamente sospette (PIRADS 3) . Non riconoscibili altre significative alterazioni focali a carico delle porzioni residue della zona di transizione od alla zona periferica di entrambi i lobi.Integra la capsula .Regolari vescica e vescichette seminali .Non adenopatie ne lesioni ossee focali nelle scansioni assunte.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
20% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
G.le utente,
la RM descrive una sospetta patologia prostatica già diagnosticata istologicamente nel 2010. Il quadro radiologico va confrontato con le precedenti RM, integrato con i valori di PSA attuali e passati e con una visita clinica. Solo chi ha l'ha seguita in questi anni e conosce tutti questi elementi, può dare un giudizio completo e certo. Mi faccia sapere. Cordiali saluti
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi