Utente 219XXX
Buon giorno, scrivo in merito a degli esami fatti da mia mamma di recente (donna di 71 anni).

Di seguito il risultato:
RIC. Ab Anti SmD negativa
RIC. Ab Anti RNP70 negativa
RIC. Ab Anti SS-A (Ro) positiva
RIC. Ab Anti SS-B (La) negativa
RIC. Ab Anti Scl-70 negativa
RIC. Ab Anti Jo1 negativa

Gli è stato prescritto una visita in oncologia che avverrà in febbraio. E' molto preoccupata, nel frattempo vorrei sapere cosa si può capire da questo risultato. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentilissima,
gli anticorpi anti-SSA (o anti-Ro) sono anticorpi diretti contro costituenti della cellula dello stesso individuo che produce gli anticorpi (per questo sono definiti "auto"-anticorpi); questi costituenti sono localizzati nel nucleo delle cellule: si tratta cioè di anticorpi anti-nucleo, o più precisamente contro "antigeni nucleari estraibili (ENA)".
Ora, questi anticorpi sono stati inizialmente isolati in soggetti affetti dalla sindrome di Sjoegren (da cui "SS") e nel lupus eritematoso sistemico. Sono stati poi individuati in una lunga serie di malattie autoimmuni: cioè, malattie derivanti da un'aggressione del sistema immunitario contro organi e tessuti dell'individuo.

Immagino quindi che il test sia stato richiesto per indagare la presenza di una di queste malattie: Sjoegren, LES, artrite reumatoide, sclerosi sistemica, connettivite indifferenziata, cirrosi biliare primitiva.
Nulla che riguardi strettamente l'ambito oncologico.
E'ovvio che una positività di questo genere può rappresentare un criterio che, assieme ad altre caratteristiche cliniche o di laboratorio, contribuisce a definire le diagnosi di cui sopra. Da solo, può voler dire molto poco.
In linea generale, lo specialista di riferimento per questo genere di problemi... e più frequente prescrittore di questi accertamenti, è il reumatologo.
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia