Utente 312XXX
Buonasera, ho già scritto la stessa domanda un anno fa, ora le cose sono cambiate, il mio compagno affetto da tumore ai polmoni, successivamente operato. in seguito ad esami sono state trovate delle metastasi anche al cervello ed ha effettuato la radioterapia e la chemio. sembrava che tutto andasse bene, perchè la malattia è stata tenuta sempre sotto controllo con esami specifici e cure mediche. oggi, a seguito di prelievi effettuati sull'addome per biopsia, in quanto la tac di controllo ha evidenziato una mutazione della malattia, si è evidenziata un inizio di cirrosi epatica (500 ml di acqua). vorrei cortesemente sapere se ci sono problemi per me con rapporti sessuali completi. Lui ha 65 anni. in attesa di una Vostra cortese risposta in merito ringrazio e porgo distinti ossequi.

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signora è necessario sapere la natura della cirrosi, ovvero se è causata da virus (epatite B o C) o da alcol o farmaci o altro. Nel caso sia di natura virale bisogna sapere se il virus è attivo o se invece ci sono solo gli anticorpi. Ma siccome lei convive con quella persona da anni se la malattia era presente (e lo era per forza) ed è di natura virale in fase di infettività, lei dovrebbe essersi infettata. Quindi le conviene fare degli esami lei stessa. Cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena