Utente 744XXX
Gentilissimi
è possibile distinguere i sintomi di dolore alla schiena (a volte parte alta, a volte bacino), se cioè possono essere associati a metastasi osse, o se dipendono da natura "fisiologica", legata ad esempio all'età?
Si tratta di una donna di 67 anni, che 4 anni fa ha avuto un tumore al seno, rischio ridotto (per dimensioni, bassa velocità) in cura con tamoxifene.
Abbiamo prenotato una scintigrafia ossea. Ma nell'attesa, almeno un chiarimento per capire: i sintomi di dolore non sono costanti ma saltuari, sono spesso al risveglio la mattina, anche durante la giornata, legati però anche allo sforzo (con il riposo, e una fascia stretta intorno al corpo, si attenuano). Ho letto che in fase iniziale, metastasi osse potrebbero anche dare sintomi di dolore transitorio.
C'è, in conclusione, qualche modo per distinguere i sintomi a seconda della loro possibile origine? Dobbiamo preoccuparci?
Grazie molte

[#1] dopo  
Dr.ssa Claudia Baiocchi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
no, non c'è modo di distinguere i sintomi e di catalogarli.
La presenza di una neoplasia mammaria, sottoposta a trattamento chirurgico e medico,dà indicazione ad eseguire periodici controlli clinici e strumentali, anche in assenza di sintomi.
La scintigrafia ossea e/o altre indagini che l'oncologo di riferimento indicherà la natura e l'origine della sintomatologia dolorosa accusata dalla paziente.
Dr.ssa Claudia Baiocchi