Utente
Buongiorno,
Mio padre ha effettuato una visita dal medico del lavoro che gli ha riscontrato un nodulo polmonare. Nello specifico:
Diffusa accentuazione della trama, sospetto nodulo subcentrimetrico in sede sottoclaveare sinistra, micronodulo fibrocalcifico sovrabasale a destra. Cuore a diametro trasverso ai limiti superiori di norma.
Non ci sono addensamenti parenchiamali a focolaio in atto, né versamento pleurico.
Mio padre è stato un forte fumatore, ma non fuma più da 18 anni ed è stato esposto a polvere di cemento e amianto (quest'ultima in maniera non continua e per breve periodo).
Ha 65 anni.
Sono in ansia. Cosa può significare?
Grazie.

[#1]  
Prof. Andrea Angelini

24% attività
4% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2015
Buongiorno,
in sede polmonare è relativamente frequente il riscontro di lesioni nodulari che non devono essere correlata immediatamente ad una patologia neoplastica.
Consideri che il polmone è una sorta di filtro in cui continuiamo a vedere gli esiti di patologie pregresse. In caso di pazienti fumatori o in presenza di precedenti broncopolmoniti o altre patologie infettive è possibile riscontrare lesioni nodulari che vengono interpretate come esiti.
In genere occorre correlare il quadro con altre eventuali comorbidità o eventi clinici. In assenza di patologie sospette le consiglierei un controllo di follow-up con nuova Tc torace a distanza di 3 mesi dalla precedente. Infatti lesioni oncologiche dimostreranno una tendenza all'accrescimento, mentre esiti di pregresse patologie si manterranno invariati. Consiglierei di eseguirla nello stesso posto se possibile per evitare il bias di differenti macchinari.
La tempistica di 3 mesi è adeguata al fatto che anche nella peggiore delle evenienze si è in tempo per affrontare adeguatamente il problema.
Cordiali saluti

Prof. Andrea Angelini
Prof. Andrea Angelini