Utente 985XXX
Carissimi Dottori, vorrei sapere qual'è la differenza tra "scarsamente differenziato" e "mediamente differenziato", che risulta dall'esame istologico. La chemioterapia agisce in modo differente alle tipologie su descritte? E' possibile che l'adenocarcinoma del colon sia "scarsamente differenziato" e la recidiva "mediamente differenziato"?
Distinti saluti e grazie.

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
In parole semplici e comprensibili.
Scarsamente differenziato significa che le cellule che compongono il tumore si sono molto allontanate dall'aspetto di quelle normali, sono più atipiche ed in genere più aggressive. Mediamente differenziato vuol dire invece che le cellule che compongono il tumore mantengono ancora un aspetto in parte simile a quelle normali.
Le forme più indifferenziate sarebbero quelle più aggressive ed a prognosi più sfavorevole, per esempio producono più spesso metastasi. Tuttavia queste forme se composte da cellule tutte in attiva riproduzione potrebbero essere inizialmente meglio colpite dalla chemioterapia. Questa sembra una buona notizia ma le forma più indifferenziate sono spesso capaci di diventare in un secondo tempo resistenti alle terapie.

Sulla diversa differenziazione tra tumore primitivo e metastasi si può dire che capita di tutto, anche se in teoria più spesso il contrario di quello che lei riporta.

Questo per cercare di rendere comprensibili questi termini. Spero di esserci un po riuscito.
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 985XXX

Grazie per l'attenzione e la rapida risposta. Quindi con la dicitura "scarsamente differenziato" si intende che le cellule neoplastiche sono poco defferenziate tra loro? Quindi si dice "tumore agressivo" perchè più velocemente riproducibili?
Inoltre vorrei precisare che la recidiva è a livello anastomotico del colon (dopo un intervento chirurgico di un anno fa). E' da considerare anche questa una metastasi, considerando che si trattava di un T3N0M0 (stadio B2)?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Una recidiva a livello anastomotico non è una metastasi, perchè la recidiva si verifica nella stessa sede del tumore precedentemente asportato. Si verifica per la persistenza, vicino alla linea di resezione, di pochissime cellule. Tanto poche da non essere risultate visibili nè macroscopicamente al chirurgo nè microscopicamente all'esame istologico dei margini di resezione.

Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#4] dopo  
Utente 985XXX

Grazie infinite, ora è più chiaro.