Utente 107XXX
La diagnosi fatta in america a mio cognato :
Endoscopia: Tumore sub mucoso ulcerato sub cardiale con aspetto compatibile all’aspetto di un tumore come leiomioma anche se le dimensioni possono fare sospettare la possibilita’ di un leiomiosarcoma. Consiglio chirurgia con gastrectomia e anastomosi esofago enterica.

La maggiorparte di questi tumori è asintomatica. Mio cognato infatti se ne è accorto per caso facendo un esame che ha rilevato questa cosa. Lui ha 35 anni e deve venire qui intalia per rifare una biopsia e poi operarsi.

Quello che chiedevo, non avendo sintomi, il leiomioma è, come casistica, più elevato del leiosarcoma ho letto. Fosse un leiosarcoma, l'età e l'assenza di sintomi, tipo mal di stomaco, difficoltà a deglutire ed altro possono far ben sperare o tutto ciò è irrilevante?

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se si tratta di un leiomiosarcoma la prognosi è peggiore di quella di un leiomioma.
Tuttavia queste ipotesi diagnostiche nascono dalla sola osservazione endoscopica (?), per cui è meglio attendere il risultato della biopsia, giacchè potrebbe anche essere un'altra cosa.
Nella storia ci sono altre cose strane, per esempio perchè suo cognato avrebbe fatto una gastroscopia "per caso"?
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 107XXX

gli hanno fatto la gastroscopia perchè aveva fatto il test per un batterio che normalmente si ha in sud america,che si chiama con un nome strano. Essendo uno che beve, come tutti sudamericani, aveva dei valori sballati del fegato ed anche del sangue e quindi poi hanno fatto questa gastroscopia. Ma a quanto dice lui non aveva sintomi evidenti, dolori o altro.