Utente 724XXX
Ho già scritto del mio ragazzo e della diagnosi di adenocarcinoma polmonare. Dopo 4 cicli di chemio i noduli son rimasti uguali e hanno momentaneamente sospeso la terapia per la presenza di versamento. Ora ha fatto una visita in ual altro ospedale, ha fatto una lastra dove risulta che il versamento si è fermato ( era stato aspirato da poco) ed è stato deciso di fare nuove analisi sulla biopsia già fatta per modificare il protocollo. Può essere davvero questo il motivo per cui si è deciso di analizzare nuovamente la biopsia? L'esito sarà tra 3 o 4 settimane. Il paziente sta bene, non ha tosse nè affanno e ha ripreso peso. Spero in una Vostra risposta e colgo l'occasione per porgere i miei saluti.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

probabilmente è stato deciso di fare una nuova tipizzazione molecolare accurata per valutare l'opportunità di impiego di nuovi agenti chemioterapici.

Un grande in bocca al lupo

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 724XXX

La ringrazio per la veloce risposta. Purtoppo per me tumore è uguale a condanna a morte quindi l'ho allontanato per paura che muoia presto. Tutti i medici che lo hanno visitato, a quanto dice lui, non sono preoccupati..ma come si fa? Tra l'altro i medici che lo hanno in cura nell'ultima tac vedevano 4 litri di liquido e volevano fargli un talcaggio; dopo aver sentito un chirurgo esterno all'ospedale non lo hanno più ricoverato ma aspirato solo il liquido..che non era neppure un litro. E' possibile che abbiano sbagliato cura e questo chirurgo che lo ha visitato ( che non c'entra nulla con chi lo sta curando ) voglia riesaminare la biopsia per trovare la cura appropriata? Lui riprenderà presto la chemio fatta sino ad ora.E comunque i noduli sono fermi al polmone. Sono veramente giù..spero viva ancora. Saluti e grazie..