Utente 109XXX
Buongiorno a tutti,con la presente vorrei dei suggerimenti per quanto riguarda la storia di un mio parente di 67 anni.Brevemente:
-ottobre operato presso un ospedale piemontese di un tumore maligno al cervello,l'operazione pare riuscita ,anche se il neurochirugo dice che sono rimaste delle "radici"troppo profonde per essere estirpate
-da ottobre a febbraio radioterapia
-da febbraio ad oggi chemiorerapia
Il paziente ha avuto problemi fisici(svenimenti,nausee,vomito ecc)ed alti e bassi addirittura non vuole continuare le cure.
-non dato nessun supporto psicologico anzi il giorno delle dimissioni ad ottobre gli è stato detto da un'infermiera che cosa aveva.
Vorrei sapere se esiste un elenco di dottori a cui rivolgersi per avere un aiuto.Ad oggi non è ancora stata fatta una risonanza di controllo per vedere le effettive condizioni
Spero che questo sia sufficiente per darmi un parere,altrimenti ringrazio lo stesso tutti

[#1] dopo  
Dr.ssa Claudia Baiocchi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gemtile utente,
sono davvero poche le notizie da lei fornite. Comunque credo che dopo la radioterapia debba essere proseguito il trattamento chemioterapico anche se portatore di mumerosi effetti collaterali.
Si rivolga pertanto ai colleghi oncologi che hanno in cura il suo parente per la gestione di tali effetti,
Dr.ssa Claudia Baiocchi

[#2] dopo  
Utente 109XXX

grazie

[#3] dopo  
Utente 109XXX

la chemioterapia è fallita e sospesa a metà luglio.Il tumore localizzato a sinistra era così esteso che spostava il cervello verso destra.NON mangiava piu' e purtroppo è morto il 18 agosto ridotto all'osso.E' sopravvissuto solo 10 mesi dall'operazione.E'POSSIBILE CHE NEL 2009 SIAMO ANCORA IN PREDA A QUESTO MALE?