Utente 107XXX
Buongiorno,
circa 3 mesi fà mi si è ingrossata una ghiandola sotto la parte destra della mascella, ma il mio medico l'ha definita solo un sintomo del forte stress che vivevo in quel periodo della mia vita.
Qualche tempo dopo mi si è ingrossata una parte dell'ascelle, ma il medico ha escluso al tatto che ci fosse un linfonodo di mezzo e l'ha catalogata come infiammazione.
Oggi sono passati 3 mesi e la ghiandola sotto la mascella ho notato che diventa leggermente più piccolina se assumo medicinali come l'Oki, ma solo per tornare com'era poco dopo. Il gonfiore sotto l'ascella invece si stà sgonfiando da solo ma molto lentamente.
Alcuni giorni fà inoltre ho avuto un maldigola alla tonsilla sinistra, a cui è seguita la comparsa di altre due ghiandole nella parte inferiore della mascella, entrambe piccole e dure come noccioline. A tutt'oggi il maldigola è passato ma queste due ghiandole sono ancora presenti.
Inoltre stamattina mi sono svegliato con un nuovo piccolo gonfiore, stavolta sulla guancia sottocutanea all'altezza del punto dove mascella e resto del cranio si uniscono. Inoltre avverto un principio di gonfiore anche sotto l'altra ascella.
A questo punto il mio dubbio peggiore è :
Ho 25 anni ma nella mia famiglia ci sono stati un paio di tumori, devo preoccuparmi in questo senso ?
Grazie mille anticipatamente !

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il quadro che lei descrive è più che mai uno di quelli poco definibili con un consulto via web, ed è invece da valutare con una visita, prima di stabilire la necessità di eventuali esami (ecografia?).
Solo da quello che lei dice è difficile pensare al ruolo di una familiarità per tumore, anche perchè i tumori sono purtroppo molto frequenti, solo per alcuni tipi sono note delle sindromi eredofamiliari e lei non fornisce notizie su quali familiari ne sono stati affetti e da quale tipo di tumori.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 107XXX

Mio nonno materno ha avuto un tumore ai polmoni, mia nonna ha avuto un tumore al seno e mia madre è stata dichiarata "soggetto a rischio" sempre per i tumori al seno.
Il fatto che, prendendo un Oki, la ghiandola sotto la mascella destra diventa più piccola (anche se di poco e per poco tempo) non dovrebbe già essere sintomo di non essere un tumore ?

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
La familiarità che descrive non molto rilevante. Il dato sulla riduzione in seguito a trattamento con OKI è spesso un dato favorevole. Comunque le ribadisco l'inportanza di sottoporsi a visita specialistica e ad eventuali esami.
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro