Utente
Buongiorno e grazie per l'attenzione a me riservata, ho 40 anni e 16 anni fà ho subito un intervento al ginocchio dx per la ricostruzione del lca e l'asportazione del menisco mediale;ora a seguito di qualche dolorino allo stesso ginocchio ho eseguito una rm che ha dato il seguente esito: indagine eseguita con acquisizioni ponderate in SE-T1, TSE-T2, GE-T1 e GE-STIR, secondo piani coronali sagittali ed assiali. Referto: Riduzione volumetrica del corno posteriore del menisco mediale, in verosimili esiti di meniscectomia,con aspetto frammentato del residuo meniscale. Menisco laterale indenne da fratture.Esiti di ricostruzione del lca:il neo-legamento non appare visibile nella sua sede anatomica,occupata da tessuto di reazione fibroso-sinoviale in quadro di verosimile lesione completa;si segnala un tunnel osteofibroso tibiale particolarmente verticalizzato rispetto alla linea anatomica del Blumensaat e presenza di artefatto di natura metallica nel recesso intrahoffatico. Il lcp ed i legamenti collaterali presentano regolare decorso ed intensità di segnale.Cartilagini di rivestimento dei capi articolari femoro-tibiali e trofismo osseo sostanzialmente nella norma ove si eccettui la presenza di opposizione osteofitaria marginale sul versante interno dell'articolazione femoro-tibiale.Rotula in asse,con cartilagine di rivestimento lievemente ridotta di spessore per condropatia di basso grado. Regolare aspetto del tendine quadricipitale e di quello rotuleo. Scarso versamento articolare con iniziale distensione fluida dei recessi sovrarotulei. Modica imbibizione edematosa dei tessuti molli del corpo adiposo di Hoffa e di quelli sottocutanei in sede pre-rotulea. Cosa vuol dire tutto questo? Cosa devo fare per questo ginocchio? E' necessario un'altro intevento al lca? Certo di una soddisfacente risposta ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Salve,

il problema e' capire quali siano realmente i problemi del suo ginocchio.
Se si tratta solo di qualche dolorino, direi che non vedo alcuna necessita' di reintervenire sul suo legamento crociato.
Diverso e' il caso se lei dovesse soffrire di instabilita', allora bisognerebbe valutare alnche questa opzione.
Tutto passa attraverso una diagnosi clinica, le immagini RMN servono esclusivamente per un supporto ma non possono, da sole, portare nessuno ad una decisione.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
intanto grazie per la risposta. Il mio problema nasce dal fatto che svolgo un lavoro pesante che mi tiene gran parte della giornata in piedi, inotre qualche mese fà ho avuto una forte distorsione alla caviglia dx che mi ha fatto camminare male e da allora che avverto oltre ai dolorini una certa instabilità del ginocchio. Spero di essere stato chiaro e la ringrazio ancora per la risposta.

[#3] dopo  
Utente
Poi un'altra cosa che vuol dire che il neo-legamento non è nella sua sede anatomica in quadro di verosimile lesione completa?

[#4]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Nel quadro di una sua sensazione di instabilita' e correlando questa con l'immagime RMN che mostra un legamento non in "perfetta forma", le consiglio una visita ortopedica, proprio per valutare se questa instabilita' vada imputata al legamento crociato anteriore.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#5] dopo  
Utente
Grazie ancora per la sua attenzione e cortesia