Utente
ciao mi chiamo patrizia ,i miei sintomi sono questi,ho male alla skiena sempre di continuo ,e anche entranbe alle ganbe!Ho fatto in passato nel settenbre del 2004 una rsm dove eisultava due bulging discali tra l4-l5 el5-s1,fatto terapie e anche piscina,ho anche effetuato una eletromiografia con esito:lieve danno neurogeno cronico al tibiale anteriore sx,con inizio di sofferenza radicolare l5!Sotto cosiglio del mio medico curante,ho fatto un altra rsm il 3 febbraio 2007 con esito:lonobsacrale:attenuata la fisiologica lordosi,normali il contenuto del canale vertebrale all'altezza dei vari spazi intersomatici esaminati,normale il cono midollare!Sono andata da un ortopedico mi dice che ho un alombalgia statica,x la postura sbagliata ,non risulta nella rsm nessuna ernia o protusione e bulging discali....sono stata anche da un neurologo il quale mi ha detto che ho una lombosciatalgia con assenza di ernie,mi ha segnato x 3 mesi un medicnale chiamato lirica,il risultato non è canbiato nulla!Pratico piscina e anche ginnastica postural,la mai domanda è questa xkè ho tanti dolori se ormai sono guarita dalla discopatia,e xkè la mia ganbanon riesce a guarire anche xkè il mio ortopedico dice che il nervo sciatico non è piu compromesso?grazie x la vostra attenzione e cordiali saluti

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora Patrizia le sue discopatie L4-L5 e L5-S1 sono sempre lì e sono già strutturate, ma forse intende dire è migliorata la sua sintomatologia clinica rispetto a qualche periodo più critico e fortemente invalidante che aveva prima.
Non avere un'ernia discale e non aver bisogno dell'intervento chirurgico per ernia discale, non vuol dire essere guarita, tutt'altro.
Lei ha una lombalgia cronica con una lombosciatalgia irritativa da protrusione discale L4-L5 e forse anche L5-S1.
e quindi soffre continuamente.
E' importantissimo da parte di uno specialista ortopedico un'esame clinico-funzionale del suo rachide e dei suoi arti inferiori, valutare la rmn e stabilire il tutto.
Fare palestra, piscina sport fa sempre e solo bene, ma è determinante e risolvente nello specifico.
Certamente dovrebbe fare delle intense e costanti cure fisiochinesiche, fare delle cure farmacologiche occasionali e mirate con neurotropi e antiinfiammatori; si affidi ad un collega Fisiatra per tutto : esegua della ginnastica medica specifica per il rachide e saprà lui se occorre qualche mobilizzazione articolare, se vi è " blocco articolare e/o una sindrome delle faccette articolari " e se occorre qualche manipolazione vertebrale. Deve essere fatto tutto scrupolosamente sotto parere superspecialistico ed eseguito da uno specialista.
Distinti saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo // Fisiatra
Università di Messina
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente
grazie x la sua rapida risposta!sono stata visitata da un ortopedi co ,e anche da un altro di torino il quale non hanno eidenziato più le discopatie e anche da un neurologo!a questo punto mi domando la rsm clinicamente non vede le discopatie,ma di natura nella skiena esistono ancora?cioè ho fatto anche manipolazioni vertebrali tra cui la chiropratica ,cioe alla fine ho ancora i bulgind discali?i pareri dei medici sono sempre diversi ,a chi devo credere?

[#3]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile sig. ra Patrizia, ma ha rifatto una seconda rmn ? e l'ha confrontata con la 1° .
Rifaccia una radiografia, una rmn e la riporti al suo ortopedico e dopo, all'occorrenza, anche ad altri colleghi per una profonda valutazione.
Quindi si curi con FKT per come le verrà suggerito.
Distinti saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo // Fisiatra
Università di Messina
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#4] dopo  
Utente
grazie dottore ho fatto una radiografia lomboscacrale all'inizio il 24/6/2004 e in quell'anno avevo una riduzione dello spazio tra l5-s1
e in più nel settenbre sempre del 2004 ho fatto una rms con esito Lombosacrale:modesta disarmonia dell'asse vertebrale
tra l4-l5 ed l5-s1 del tutto acentuati bulgin disclai privi di significato neurodiologico attuale!

negli ultimi mesi ho rifatto gli rx lombosacrali con esito :Assenza di lesioni ossee generative,lieve scogliosi dx-convessa.e poi ho anche ripetuto la rsm nel 23/3/207
con esito
lombosacrale:attenuata la fisiologica lordosi
normale il contenuto del canale vertebraleall'altezza dei vari spazi esaminati

il mio ortopedico mi ha fatto come si fa di solito piegazione in avanti e visitandomi mi ha detto che la mia colonna vertebrale è stabile e non presenta nessun problema...mi ha consigliato di fare qualsiasi sport,ginnastica posturale e anche quando sono in piedi di avere un busto se proprio non resisto con i dolori ...alla fine non mi spiego neanche io cosa ho

[#5]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile sig. ra Patrizia, esegua ginnastica medica per la colonna vertebrale, nuoto, palestra, non sollevi carichi eccessivi e non metta il busto.
Non deve bloccare il rachide, anzi lo deve tenere mobile, mobilizzare !! Al bisogno, in caso di una sintomatologia acuta, esegua per una settimana una terapia adeguata farmacologica.
Quindi si curi con cicli periodici di FKT .
Distinti saluti
Alessandro Caruso
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#6] dopo  
Utente
ciao dottore sono contente che mi rispondi alle mie richieste,ma un ultima domande ma di cosa soffro realmente io visto che le esami cliniche rivela solo una soffernza radicolare l5?ESsendo un po ignorante in questa materia da cosa puo essere causata questa sofferenza e compromissione nel nervo sciatico?nessuno mi ha saputo dare risposta e non son che dirmi veramente dico....grazie di tutto

[#7]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile sig.ra Patrizia deve fare terapia con farmaci e fisiochinesiterapia :
Massaggi, ionoforesi, correnti diadinamiche, ginnastica medica per la colonna vertebrale, qualche mobilizzazione articolare
affidandosi ad un collega Fisiatra.
La sua patologia è una discoapatia, ossia una sofferenza del disco intervertebrale lombare con protrusione del disco stesso che irrita la radice nervosa L5 del nervo sciatico, ma la irrita non la schiaccia e quindi non deve essere operata, perchè non risulta essere un'ernia, come d'altronde le ha già spiegato il suo ortopedico.
Distinti saluti
Alessandro Caruso
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#8] dopo  
Utente
mi scusa ancora la mia insistenza,la rsm ultima fatta non rivela nessuna discopatia a livello l4-l5 come riporta il risultata:LOMBOSACRALE attenuata la fiologica lordosi
Normale il contenuto del canale vertebrale all'altezza dei vari spazi intersomatici esaminati!Ora mi chiedo xke la rsm non riesce a certificare la discopatia ??ne ho fatte anche due rsm con esito uguale,i anche i raggi x non risulta nulla,come mi può dire a riuardo a questo?

[#9]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora Patrizia, anche se sono dettagli anatomo-patologici le dirò :
se alla prima rmn vi erano i bulging, ovvero la discopatia con protrusione discale, ci devono essere anche alla seconda, ed è la cosa più logica dato che lei continua a soffrire di lombalgie e/o di saltuarie lombosciatalgie.
Altrimenti sono state interpetrate in maniera differente le 2 rmn ed è errata o la 1° o la 2° interpretazione .
Io direi che una discopatia, ovvero un minimo restringimento dello spazio L4-L5 e/o L5-S1 sembra la cosa più logica per la sua sindrome irritativa sciatalgia .
Lei “ sfarfalla “ in diversi siti alla ricerca frenetica di cosa?
Guardi che Le ho detto tutto ciò che fosse possibile come consulto on line Ma per dirle tutto con certezza visiva , dovrebbe inviarmi via email le rmn o una radiografia laterale del segmento lombo-sacrale e chiarirò ogni suo dubbio, ma non capisco questa sua supercuriosità sulla eziopatogenesi e sull’anatomia patologica della sindrome, che per lei sta diventando eccessiva e non pensi a fare buone terapie.
Lei ripete la rmn è negativa : certamente, ma è negativa per lesioni erniarie, per stenosi del canale , per patologie chirurgiche .
Ma la discopatia minima di base, una iniziale artrosi lombare
è un’altra cosa ed è sempre alla base di lombalgie con o meno sciatalgie. Questi riscontri radiografici sono frequenti nelle giovani donne
Se poi lei non ce li ha, il che mi sembra strano, buon per lei.
Compreso adesso?
Distinti saluti
Alessandro Caruso

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#10] dopo  
Utente
ok capito ,ma una cosa voglio dirle farò le terapie,ma con queste terapie posso dire addio a questo male che da non certo ddei fastidi brutti?

[#11]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Addio non lo dirà mai, come non si dice addio a tante patologie sistemiche che si stabilizzano nell'organismo ed è importante curarle per mantenerle o " asintomatiche o compensate " e conviverci bene. Ed in effeti il malato prende l'aggettivo : diabetico, iperteso, artrosico, cardiopatico,
ecc.ecc.
L'importante è mantenersi bene anche con l'artrosi, vivere bene anche con la discopatia, non far venire complicanze e/o eccessi patologici.
Facendo periodici trattamenti fisiochinesici, sole e sabbiature d'estate, ginnastica specifica per il rachide durante l'anno, attività motoria, qualche terapia farmacologica al bisogno.
Distinti saluti
Alessandro Caruso
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -