Utente
Gent. mi dottori,

ventitre giorni fa ho riportato una distorsione al ginocchio sinistro giocando a pallacanestro; questa la diagnosi del pronto soccorso:

DISTORSIONE GINOCCHIO A SINISTRA CON LIEVE LASSITà PER STRESS IN VALGO.

e quella della radiologia:

RX GINOCCHIO SINISTRO. NON LINEE DI FRATTURA. CALCIFICAZIONE NEL CONTESTO DEL TRATTO DISTALE DEL TENDINE ROTULEO. SINOSTOSI DELLA TESTA DEL PERONE CON LA TIBIA.

Allora mi hanno immobilizzato la gamba per 21 giorni con una ginocchiera. Dopo 21 giorni è stata rimossa e questa la diagnosi:

NON VALUTABILE SE LASSITà PER LA RIGIDITà ANTALGICA.

E come terapia consigliata: MOBILIZZAZIONE ATTIVA DEL GINOCCHIO A RIPRESA DELL'ARTICOLARITà E POI DELLA FORZA MUSCOLARE.

Ma sono tre giorni che cerco di piegare la gamba come mi è stato detto, ma non riesco (se non per pochi gradi).
Non c'è il pericolo che piegando troppo e camminando troppo, io rischi di rompere il legamento o comunque peggiorare la situazione?
Dovrei fare della fisioterapia anche se non so ancora se c'è un legamento rotto?

Vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Salve,

il pericolo di cui parla non c'e'. Il movimento di flesso estensione del ginocchio non e' pericoloso per i legamento collaterale mediale. Se non riesce a piegare da solo, si affidi ad un fisioterapista.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
Gent. mo Dr Sailis,

la ringrazio per la sua rassicurante risposta. Il dubbio mi viene perché è proprio al collaterale mediale che ho dolore quando provo a piegare.

E' possibile in qualche modo sapere quante possibilità ci sono che ci sia una rottura prima della RM (che avrò tra 2 settimane), anche a livello di sintomi o addirittura di percentuale dei casi?
So bene che un intervento pregiudicherebbe molto la mia vita lavorativa nei prossimi mesi, per questo sono preoccupato.

Cordialmente.

[#3]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se la RMN mostra solo una lesione del legamento collaterale mediale, la tranquillizzo anche di piu', perche' e' una lesione che solo nelle forme gravi richiede un intervento chirurgico, di solito l'immobilizzazione e' sufficiente per far cicatrizzare il legamento.
Pero' aspettiamo la RMN, per essere sicuri che i legamenti crociati anteriore e posteriore non abbiano subito conseguenze dalla distorsione.

Mi faccia sapere.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#4] dopo  
Utente
Gent. mo Dr Sailis,

questo l'esito della RMN:

Lesione acuta del ligamento crociato anteriore.
Lesione a decorso verticale del corno posteriore del menisco esterno.
Contusione osteocondrale della femoro-tibiale esterna in rapporto ad episodio di instabilità antero-posteriore della tibia.
Concomita ispessimento iperintenso al terzo prossimale del ligamento collaterale mediale in rapporto ad esiti di lesione parziale.
Nei limiti il menisco interno, il crociato posteriore ed il collaterale esterno.
Irregolarità della tuberosità tibiale anteriore da esiti di malattia di Osgood-Schlatter.
Abbondante versamento in sede sovrarotulea.



Consulterò un ortopedico molto presto. Intanto le chiedo:
Tutto ciò mi porterà ad un intervento? Dopo un intervento di questo genere quanto tempo occorre prima che io torni a camminare normalmente?
Come devo comportarmi in attesa dell'intervento?

Cordialmente.

[#5]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come vede, la mia cautela nell'attendere il referto RMN era giustificata, molto spesso alla lesione del legamento collaterale mediale si associa unma lesione del LCA.
La invito a leggere i consulti sull'argomento che ho gia' effettuato e a leggere questo articolo che rispondo alle sue domande.
https://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/
A sua disposizione per eventuali ulteriori informazioni.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com