Utente 766XXX
Salve a tutti,
in data 11 maggio ho riporato la frattura in oggetto come da referto del pronto soccorso(nei referti successivi ha assunto il nome di"frattura trimalleolare a sx con diastasi della pinza" ma immagino sia la stessa cosa).
In data 20 maggio(per mancanza di posto nei giorni precedenti) sono stato operato e mi è stata applicata una piastra al perone con vite per riduzione della frattura.
In data 26 giugno ho tolto il gesso, fatto rx di controllo con responso: "in asse in consolidazione" e mi è stato detto(alla visita ortopediaca) di portare un tutore bivalva alla caviglia per 7/10 giorni.
In data 2 luglio ho tolto la vite da sindesmopessi e mi è stato consigliato di: "Deambulare con 2 bastoni canadesi con carico sfiorante a sinistra per 15 giorni poi con carico progressivo per altri 15 giorni".
Oggi 4 agosto, ho fatto altre rx di controllo con responso: "in asse" ed alla visita cardiologica mi è stato detto che a causa del calleo osseo ancora poco evidente si consiglia ulteriori 7 giorni di deambulazione con carico parziale con 2 bastoni canadesi e poi di togliere il bastone contrapposto al piede sinistro e continuare per altri 15 goirni...
Dietro mia richiesta di possibilmente velocizare questa situazione che mi sta creando(purtroppo) alcuni problemi a livello lavorativo in quanto lavoro in proprio mi è stato consigliato di affittare dalla ditta IGEA di Carpi(MO) un apparecchio che loro stessi mi avrebbero consigliato dalla lettura della cartella clinica così da favorire la consolidazione della frattura stessa...
Ora la mia domanda è la seguente:

La suddetta apparecchiatura ha un costo di 10,80 euro al giorno per il solo noleggio, ma in commercio se ne trovano alcune con specifiche similari(dal punto di vista dell'utilizzo), a prezzi totali di circa 200 euro(la prima che ho trovato si chiama dolpass 2000), per cui mi chiedo se non sia meglio comperare uno di questi apparecchi piuttosto che spendere altrettanto per il solo noleggio...
In ditta mi hanno detto che tale apparecchiatura costa circa 1500 euro e io mi chiedo se in effetti tutta questa differenza di prezzo sia giustificata...
E magari qualche consiglio sull'effettivo uso di queste apparecchiature visto che leggere un libretto non è certo il massimo come "contatto umano"...
Vi ringrazio per l'attenzione e mi scuso per la lunghezza.

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I campi magnetici pulsati sono da tempo utilizati per tentare di accelerare i processi di consolidazione ossea.
Numerosi lavori scientifici confermano tutto cio' anche se, a onor del vero, non sono pochi gli ortopedici che credono che il risultato effettivo di tali campi magnetici sul callo osseo sia dubbio.
Alla luce di tutto cio' e della sua esigenza di accelerare i tempi di recupero posso consigliarLE solo una apparecchiatura di alto livello come quella proposta da IGEA.
Non spenda soldi per acquistare apparecchiature similari o presunte tali in quanto la potenza dei campi magnetici e' differente.
Se pero' alla fine mi chiede una certezza che tale esborso notevole corrisponda ad un sicuro incremento della velocita' di guarigione devo dirLE che purtroppo non ne sono certo anche se tuttavia un tentativo, nel suo caso specifico, lo farei.
Cordiali saluti.
Roberto LEO
Dr. Roberto LEO

[#2] dopo  
Utente 766XXX

Innanzi tutto la ringrazio per la vleocissima risposta!
In effetti un po' mi aspettavo che queste apparecchiature di IGEA fossero così care perchè migliori di altre anche se ho preferito chiedere per sicurezza.
Credo che a questo punto farò un paio di settimane con IGEA(visto che tra l'arrivo dell'apparecchiatura e la vistita di controllo poco più c'è...) e speriamo bene, ho davvero bisogno di tornare al lavoro velocemente...
A questo punto(se possibile) avrei bisogno di un'altra cosa; sarei intenzionato ad acquistare una pedana vibrante(di marca e qualità comprovata della quale non faccio nomi per corretteza), e vorrei sapere se ad effetiva riformazione del calleo osseo posso iniziare ad utilizzarla subito(naturalemnte gradualmente) oppure sarebbe meglio attendere del tempo dall aguarigione clinica della frattura...grazie!

[#3]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Giusta la decisione per fare 2 settimane.
L'acquisto di una pedana vibrante serve soprattutto per affrontare successivamente sport specifici piu' che ad una ripresa lavorativa "tradizionale"
Onestamente non spenderei quei soldi.
Cordiali saluti.
Roberto LEO
Dr. Roberto LEO

[#4] dopo  
Utente 766XXX

La ringrazio della risposta.
Posterò poi risultati del trattamento.

[#5] dopo  
Utente 766XXX

Salve,
ieri sono stato al controllo previsto e ancora purtroppo la frattura non è completamente saldata, così mi hanno detto di continuare la magnetoterapia e tra 15 giorni di iniziare a togliere la stampella per una mezz'ora e poi aumentare man mano il tempo per altre 2 settimane fino ad arrivare al prossimo controllo che si terrà il 25 settembre...
Mi hanno comunque detto che la frattura è in consolidamento e vista la frattura iniziale(dalla cartella hanno visto che in effetti l'osso(il perone) rimasto era poco dopo l'intervento), tutto procede naturalmente...
Posterò poi i risultati del prossimo controllo sperando che sia anche l'ultimo!
PS Nel frattempo ho in buona parte ripristinato la mobiltà del piede in "avanti e dietro" non molto invece quella di lato; anche perchè ho un po' paura di muovere il piede destra e sinistra...non vorrei "fare danni"...
P.S. Ho chiesto se potevo riprendere a guidare ma non ho ricevuto una risposta certa, lei mi può dire qualcosa di più?

Grazie.

[#6]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Tutto nella norma secondo quello che si puo' capire dal suo racconto.
Ottimo riprendere, da subito, la mobilita'. il recupero finale sara' piu' rapido!
Purtroppo pero' difficilmente potro' dirle qualcosa in piu' relativamente alla guida rispetto a chi, al contrario di me, ha avuto la possibilita' di visitare la sua caviglia e di vederla deambulare.
Prosegua il percorso riabilitativo tracciato con fiducia!
Roberto LEO
Dr. Roberto LEO

[#7] dopo  
Utente 766XXX

Salve,
sono di nuovo quì dopo 3 anni per raccontare come poi è finita la mia "avventura"...
Avrei voluto scrivere molto prima ma avevo perso i dati di log-in(e pure cambviato mail nel frattempo così che fosse impossibile recuperarli), ma oggi casualmente riorganizzando il mio HD li ho ritrovati e così eccomi quì.

Alla fine ho tenuto le stampelle fino all'ottobre del 2008, e la ripresa della caviglia è stata abbastanza regolare, ora ono ho grossi problemi e faccio di tutto, gli unici due problemi che noto tutt'ora sono:

- la caviglia è rimasta gonfia
- il muscolo esterno della coscia della caviglia operata è leggermente più piccolo dell'altro

a parte ciò non ho notato problemi e posso camminare senza problemi anche per ore.

Devo invece dire che ho fatto la magnetoterapia per 3 mesi alla fine e non h onotato alcun riscontro positivo(a mio avviso le lastre son pressochè ugualli dall'inizo alla fine del trattamento), le cose sono migliorate solo quando ho poi efettivamente iniziao a camminare.

Per la pedana vibrante alla fine l'ho acquistata e mi sono trovato decisamente bene direi.

Spero questo possa servire a qualcuno che magari ora è nella situazione in cui ero io allora.

Grazie.