Utente 369XXX
Buon pomeriggio, da circa una settimana avverto un indolenzimento/dolore sopportabile al livello dell'osso pubico lato destro, attaccatura della gamba a livello dell'inguine e lombo destro; ho anche fastidio sul quadricipite anteriore...circa un mezzo e mezzo prima avevo solo un leggero fastidio che è nato durante un ciclo di fisioterapia che stavo facendo per dei problemi alla cervicale (forse il fisioterapista ha fatto qualche manovra che mi ha infiammato la parte o è solo un caso). Prima inoltre che mi si accentuasse il dolore ho sofferto nei giorni precedenti di dolore alla schiena lombare che ho cercato di mitizzare con una fascia; il problema è che poi faccio un lavoro di ufficio che mi costringe a stare spesso seduta anche se cerco di alzarmi spesso. Premesso che ho una protusione cervicale(da rin fatta circa 2 anni fa) e una piccola ernia lombare l5s1 (da rmn fatta circa 10 anni fa), ho fatta molta ginnastica correttiva per scoliosi e cifosi. Il medico di famiglia mi ha prescritto per Il momento rx cervicale, dorsale, lombare e bacino che farò lunedì prossimo e antinfiammatori, poi vedremo una volta avuto il responso. Volevo chiedervi con i dovuti limiti se per voi potrebbe trattarsi di un'artrosi oppure di un problema della schiena che si irradia all'anca. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
CASSANO D'ADDA (MI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

questo canale telematico è molto utile per indirizzare il paziente in presenza di una diagnosi formata o per lo meno esami eseguiti... Non potendoLa visitare nè potendo disporre di accertamenti diagnostici, darLe una risposta significherebbe solo "tirare a caso"... ci consideri comunque a Sua completa disposizione non appena avrà ulteriori elementi da sottoporci.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Buongiorno Dottore ho ritirato questa mattina il referto delle rx che è il seguente:
, ridotta la fisiologica lordosi cervicale con inversione della stessa e fulcro in C5 C 6
iniziali segni di spondilouncoartrosi reperti più evidenti nel tratto compreso tra C5 e C7
Ridotta la fisiologica cifosi dorsale focale avvallamento delle limitanti somatiche contrapposte dei somi d11 e d12 riferibili in prima ipotesi a minute ernie di Schmorl
Ridotta la fisiologica lordosi lombare si apprezza riduzione dello spazio intersomatico L5 S1 con evidenza di sclerosi delle limitanti somatiche contrapposte e produzioni osteofitosiche margino somatiche anteriori
Modica ipertrofia delle articolazioni interapofisarie
Nella norma le articolazioni sacro iliache bilateralmente e la sinfisi pubica
Nulla di significativo da segnalare a carico delle articolazioni coxo-femorali non evidenza di lesioni focali ossee che siano nel potere risolutivo della Tecnica utilizzata.
, ho fatto vedere il referto al mio medico di famiglia ma secondo lei non è niente di preoccupante mi ha consigliato di fare della ginnastica posturale nel caso più avanti di fare una visita ortopedica secondo lei quello che mi ha detto è corretto? E la diagnosi delle RX secondo lei è preoccupante?
Grazie per un suo cortese riscontro

[#3] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
CASSANO D'ADDA (MI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

il referto presentato non è ancora una diagnosi, ma solo ina descrizione dell'esame effettuato. Per avere una diagnosi sarà necessaria una visita ortopedica o fisiatrica.
In merito al referto, esso non descrive problematiche di rilevante importanza, quindi mi sento di tranquillizzarla e mi rimetterei alla valutazione del Suo medico di base che ha potuto visionare le immagini.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it