Utente
Salve, come da titolo, da 3 giorni circa avverto dei disturbi localizzati nel braccio destro, precisamente tra il bicipite capo corto e il muscolo coraco-brachiale . I sintomi sono iniziati improvvisamente una sera mentre ero sdraiato a letto: ho iniziato ad avvertire dolore al bicipite che si irradiava fino all'ascella, un dolore decisamente intenso. Ora il dolore è sparito, ed è rimasta soltanto la sensazione di intorpidimento. Inoltre, quando vado a compiere alcuni movimenti sento "tirare" qualcosa nel braccio, non se sia un tendine o un nervo, e questa sensazione è molto molto intensa. Sensazione che avverto in particolare quando, da supino, sollevo il busto in avanti. A volte avverto anche bruciore e formicolio. I movimenti della mano e del braccio non sono stati compromessi. Mi sono recato dal mio medico di base che mi ha controllato riflessi e forza, non riscontrando nulla di anomalo. Mi ha comunque prescritto una ecografia alla spalla dx che effettuerò a breve.
Aggiungo anche che da un anno circa soffro di micosi della pelle, e a tal proposito mi chiedevo: è possibile che la micosi c'entri con tutto questo? Inoltre, il giorno della comparsa dei sintomi avevo assunto una capsula di Sporanox che, fra i possibili effetti collaterali, ha proprio delle parestesie e altri problemi con i nervi.
Io sono molto preoccupato perché temo che sia qualcosa di grave come l'occlusione di qualche vaso sanguigno o peggio, i sintomi di una malattia neurodegenerativa. Spero possiate aiutarmi a capire cosa mi succede. Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Potrebbe derivare dal collo per cui esegua una risonanza del rachide cervicale e una elettromiografia arto superiore. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la risposta! Avevo pensato anche io al collo in effetti visto che spesso tendo a stare in posizioni scorrette. Precisamente in che modo crede sia coinvolto il collo? Non dovrei avvertire dolore nella zona cervicale?
E secondo lei sarebbe quindi più utile procedere subito con un'elettromiografia che un'ecografia?
Grazie in anticipo!

[#3]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Non avendola di fronte a me posso s9lo ipotizzare. Di solito le parestesie sono segno di compressione nervosa a livello del collo. L’elettroniografia serve a capire se i nervi sono compressi e in che grado e risonanza ci fa capire se il problema viene dal collo. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it