Utente 542XXX
Salve ho 46 anni, da febbraio mi ritrovo con il ginocchio gonfio, rigido ma non dolorante , non ricordo di avere subito traumi. L ortopedico mi aspira del siero ematico e mi prescrive una RSM ,
Esito della risonanza : Nei limiti i legamenti crociati e collaterali . Iniziale alterazione di segnale del corno posteriore della fibrocartilagine meniscale interna su base degenerativo meniscosica Senza Franchi aspetti di rottura . Modesta contro malacia femoro-tibiale e femoro-rotulea con rotula in asse. Discreto versamento si raccoglie in sede sottoquadricipitale. Non evidenti Espansi nel cavo popliteo. Edema della porzione profonda del corpo di hoffa. Non significative alterazioni di segnale midollare osseo. Si evidenziano alcune formazioni cistiche in tutta adiacenza del legamento collaterale esterno in prossimità dell'inserzione femorale come per piccoli gangli sinoviali cistici con diametro cranio caudale massimo di circa 20 mm. Ho fatto le analisi del sangue per le artrosi nel sangue, ma l esito è negativo. Dopo aver preso Urbason per 8 giorni il ginocchio si sgonfia....ma dopo un mese il versamento ed il gonfiore è di nuovo presente. Cosa posso fare ?

[#1]  
Dr. Enrico Sebastiani

20% attività
16% attualità
0% socialità
FOLIGNO (PG)
TERNI (TR)
PORTO SAN GIORGIO (FM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2019
Farsi rivalutare dall'ortopedico in modo che possa correlare le immagini della rmn alla clinica e poter fare una diagnosi.
Il fatto che non sia dolente è un risvolto positivo, ma bisogna appurare come mai si è gonfiato ed irrigidito, potrebbe esserci una lesione ad un menisco o alla cartilagine. La risonanza magnetica non sempre riesce a vedere tutte le tipologie di lesione
Dr. Enrico Sebastiani
Medico Chirurgo
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
Dirigente Medico Ospedale S. Giovanni Battista di Foligno