Utente
Salve,

premetto che canto per professione e che ultimamente ho lavorato ad un progetto che mi ha portata a cantare molto, ma anche a raggiungere note particolarmente alte che non fanno parte del mio registro. Insomma, non ho cantato in maniera corretta. Mentre cantavo sentivo che mi sforzavo, ma ingenuamente non avrei mai pensato che l'abuso avesso potuto portarmi alla laringite. Sono gia' stata da due diversi dottori specializzati e che mi hanno prescritto antibiotico e anti-infiammatorio. Il secondo dottore mi ha anche visitata con la telecamera e mi ha mostrato che le corde vocali sono a posto e che l'unica cosa che dovrei fare e' lavorare con un vocal coach che mi guidi nell'impostazione del canto per non sforzare troppo i muscoli della laringe. Il dottore mi ha inoltre detto che non ho bisogno di terapia di altro tipo. Il problema e' che anche se l'infiammazione e' passata e la voce piano piano e' tornata, dopo due settimane di riposo sento ancora come se ci fosse qualcosa bloccato in gola, che mi da' una strana sensazione di pesantezza e dolore a volte anche alla nuca, alle spalle, alle orecchie e che non mi permette di parlare per molto tempo o di raggiungere note alte poiche' altrimenti mi provoca questo strano dolore alla laringe, che a volte diventa insopportabile. E' come se ci fosse qualcosa che tiri dentro la laringe, non appena provo ad alzare il tono della voce o a parlare un po' di piu. La presenza di questo "nodo/stiramento" alla gola la sento in particolare la sera e svanisce quasi del tutto la mattina quando mi sveglio, oppure quando mangio. Poiche' la mia professione mi richiede di cantare mi chiedo quando saro' in grado di riavere la voce che ho sempre avuto e di non sentire piu' questa sorta di affaticamento alla laringe ogni qualvolta parli un po' di piu' e soprattutto quale terapia dovrei seguire. Inoltre mi chiedo cosa sia e come mai il dottore non ha notato niente di particolare? Sono gia' passate tre settimane e questa sensazione alla gola non vuole darmi pace. Ho pensato di avere disfonia da tensione muscolare dato che credo che in primis siano i muscoli coinvolti e dato che i sintomi sono molto simili, ma il dottore non mi ha parlato di disfonia. Devo inoltre aggiungere che soffro di sinusite e che ho un polipo sul lato destro del setto nasale (diagnosticato dallo stesso dottore), forse c'entra anche questo? Tornero' dal dottore presto per un ulteriore accertamento, nel frattempo spero che qualcuno possa darmi una risposta. Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima di tutto, dobbiamo occuparci del polipo nasale. per questo, è importante che esegua una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto. Ovviamente, tale formazione non puo' rimanere in sede, ma deve essere asportata ed analizzata, come da prassi. Per quanto riguarda la voce, invece, non deve assolutamente sforzarla, pena un danno irreversibile. Cio' che deve fare è mettersi nelle mani di un bravo Logopedista per una terapia riabilitativa. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Salve Dr. Brunori,

grazie per la celere risposta.
Le volevo chiedere a questo punto cosa pensa che sia successo? Pensa che riguardi i muscoli dato che l'otorino mi ha detto che le corde vocali erano buone? Mi chiedo come mai lui non ha notato niente pero' io il dolore atroce alla nuca lo sento da tre settimane! Oggi mi e' durato tutto il giorno ed e' veramente insopportabile. Le volevo inoltre chiedere se a questo punto devo anche evitare riscaldamenti della voce dato che ho provato a riscaldare un po' la voce questa settimana (ovviamente senza sforzarla) e dato che mi sentivo un po' meglio. Oggi pero' il dolore atroce e' ritornato, per cui suppongo che al momento i muscoli siano ancora tesi nonostante siano passate tre settimane. Sono disposta a fermarmi se e' questo quello che devo fare, pero' vorrei anche recuperare la mia voce al piu' presto e far passare questo dolore atroce che non mi da' pace, Le chiedo se c'e' un rimedio temporaneo per fare passare il dolore? La tac dei seni paranasali per il polipo l'ho gia' fatta un anno fa ma il dottore mi disse che non c'era bisogno di rimuoverlo e che avrei dovuto solo per il momento prendere un antibiotico e fare degli sciacqui con una sostanza salina e acqua calda.

La aggiornero' non appena avro' ulteriori informazioni.

Un cordiale saluto anche a Lei

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La formazione di aspetto polipoide, ripeto, deve essere rimossa e, per questo ,e consiglio di consultare un altro Specialista. Circa il problema delle corde vocali, è bene che riposi per qualche giorno. Per il dolore puo' utilizzare un antinfiammatorio. Necessaria una terapia riabilitativa logopedica. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore,

sono tornata dall'otorinolaringoiatra il quale mi ha controllato ulteriormente le corde vocali e nuovamente non ha trovato nulla di anomalo. Alla fine mi ha detto che avrei avuto bisogno della logopedia dato che ho disfonia funzionale. Mi chiedo se con la logopedia il dolore muscolare che ho tuttora quando parlo andra' via. Gli anti-infiammatori li ho gia' presi, ma il dolore cronico si fa sentire non appena sforzo un po' la voce o parlo un po' di piu'. Nel frattempo ho deciso di fare anche un po' di fisioterapia per la regione muscolare interessata.

La ringrazio in anticipo e buona giornata.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Giusta, come già avevamo ipotizzato, una terapia riabilitativa logopedica che, penso, possa risolvere la sintomatologia descritta. Mi pare di capire che non si sia evidenziata piu' la formazione di aspetto polipoide, non è vero?
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Salve dottore,

in realta' l'otorinolaringoiatra e' stato come al solito un po' superficiale riguardo alla formazione di aspetto polipoide. Lui sostiene che il 70% delle persone hanno questi polipi e che non sono pericolosi. Insomma dice che non c'e' fretta e che il polipo comunque dopo l'intervento puo' ricrescere. Io per quanto mi riguarda ho pensato intanto di curare la disfonia funzionale con la logopedia e poi di rivolgermi ad un altro otorinolaringoiatra per rimuovere il polipo. So che puo' essere rimosso col laser o con l'intervento chirurgico, lei cosa consiglia in merito?

La ringrazio nuovamente e buona giornata.

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La formazione deve essere asportata in microlaringoscopia: tale intervento, condotto, ovviamente, in anestesia generale, dura pochi minuti e si deve subito parlare, con un tono di voce normale. Il laser non necessita. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori