Utente
Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni e da circa 4 mesi soffro di faringite cronica. Tutto è cominciato a Luglio, con un forte pizzicore alla gola accompagnato da una tosse molto grassa. Il medico di base mi ha prescritto Macladin antibiotico e in aggiunta areosol. Essendo purtroppo un soggetto ansioso e ipocondriaco, ho fatto anche una lastra al torace risultata negativa. Quando ho cominciato a stare meglio, ahimè ho anche ricominciato a fumare, (fumo circa 10/15 sigarette al giorno) e proprio dopo aver ricominciato a fumare è subentrata una forte tosse secca che avevo per tutto il giorno con conseguente urletto / risucchio finale. Tornando dal medico di base ed esponendo il problema, mi è stato prescritto riopan in bustine ipotizzando ad una tosse da reflusso. In concomitanza la dott. mi ha prescritto anche un antistaminico, per scongiurare anche una tosse allergica. Vivo in campagna, e sono allergica alla polvere. Dato che nonostante le cure la tosse non cessava, sono andata da un otorinolaringoiatra richiedendo io stessa una laringoscopia. L'otorino ha riscontrato una forte faringite, che a detta sua poteva essere causata da reflusso e in aggiunta anche da allergia. La cura da lei prescritta fu cortisone bentelan a scalare per 15 gg, riopan 2 volte al dì, e lansoprazolo la mattina. In quel periodo ho cominciato a stare bene, ma terminata la cura la tosse è tornata. Ho provato a cambiare antistaminico , ma nessun sembrava fare effetto, ho continuato a prendere riopan 3 volte al giorno ma nulla. In questo ultimo periodo la tosse c'è solo la mattina appena sveglia con un po di catarro, e la sera a seguito di lunghi respiri la gola pizzica e provoca tosse. Il medico di base mi ha prescritto le prove allergiche e mi ha ordinato di smettere di fumare poichè è convinta che il problema dipenda dal fumo di sigaretta. Da un paio di giorni ho cominciato a ridurre drasticamente le sigarette, ma se sono qui è perchè ho fatto caso ad un altro paio di sintomi che onestamente mi preoccupano molto. Mi capita (e questo è capitato già due o tre volte ieri compreso) di avere la sensazione di una bolla d'aria che sale dallo stomaco per arrivare alla gola, come se avessi un corpo estraneo, un nodo alla gola. Ma la cosa che più mi ha spaventato è stata la sensazione di avere del sangue in gola. Questa stessa identica cosa mi è capitata 4 mesi fa, ma ero a casa, spaventata andai in bagno e sputai per vedere se ci fosse veramente del sangue nella mia bocca e in effetti ne trovai qualche traccia mischiata nella saliva. Mi misi molta paura ma il mio ragazzo che era con me mi disse di stare tranquilla poichè poteva trattarsi di sangue che fuoriusciva dalle gengive. Ieri è successo di nuovo, ma non essendo a casa non ho potuto verificare se avevo del sangue in bocca. La sensazione è stata davvero quella di avere sangue in gola. Ho paura che possa trattarsi di tumore della faringe. Sono molto preoccupata, grazie in anticipo al dottore che risponderà.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non credo si tratti di tumore. da cio' che descrive, penso che il tutto sia provocato dall'esofagite da reflusso. Magari, sospenderei la cura per una decina di giorni e farei un breath test per la ricerca dell'helicobacter pylori. Una volta in possesso della risposta, ripeterei una rinolaringoscopia a fibre ottiche, anche per definire la cura ed il dosaggio.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr. Brunori,
la ringrazio per il tempo che mi ha dedicato.
Ieri sono tornata dal medico curante poichè il fastidio alla gola, ovvero la sensazione di bolla d'aria non cessava. Mi ha prescritto un esofagogramma che eseguirò la prossima settimana. In aggiunta farò anche il breath test da lei consigliato ed in seguito un ulteriore rinolaringoscopia. Spero di risolvere il problema il prima possibile.
Grazie ancora,
mi sento già più tranquilla.
Le auguro una buona giornata!

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che sia la cosa migliore da fare. Mi farà piacere ricevere sue notizie dopo gli accertamenti
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dott. Brunori,

dall'ultima volta che ci siamo sentiti, la mia situazione non è migliorata moltissimo. Ho eseguito un esofagogramma, che è risultato negativo. La sensazione di bolla d'aria nello stomaco è cessata, e con essa anche la tosse alla sera che arrivava solo in seguito a profondi respiri. Nel corso di questi due mesi era rimasta solo una leggera tossetta al mattino, accompagnata da un po di catarro. Dato che mi sembrava di stare meglio non ho più approfondito la cosa, ma da circa una settimana in seguito ad una botta di freddo sono ricaduta nel baratro. Ho cominciato con un normale mal di gola, che cercavo di tenere a bada per scongiurare una febbre con la tachipirina. Ma invece di stare meglio peggioravo, e in seguito al mal di gola, la sera ho cominciato di nuovo ad avere una tosse provocata da un pizzicore alla gola, lo stesso pizzicore che avvertivo l'estate scorsa. Respirando a fondo mi viene lo stimolo di tossire. Ma questo comincia verso le 20 della sera e non è sempre costante, a volte meno a volte di più. In aggiunta ho cominciato ad avvertire una sorta di pungicata nella parte destra dell'esofago (altezza sterno) solo e unicamente quando deglutisco liquidi per la maggior parte freddi. Spaventata sono tornata dal dottore, che in totale tranquillità mi ha detto che la mia gola è molto arrossata, e che poteva trattarsi sempre dello stomaco, così mi ha prescritto froben spray e riopan di nuovo, ma io non noto miglioramenti. Mia madre vorrebbe portarmi di nuovo a fare una laringoscopia, ma a parere del medico non ce n'è bisogno. Non so cosa fare e non riesco a trovare una soluzione a questo problema. Cosa mi consiglia? Grazie mille,
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Consiglio di rivedere la cura che le è stata prescritta, in quanto penso che, nel suo caso, occorra un inibitore di pompa, 40 mg al giorno per un paio di mesi. Lo spray per la gola serve a poco, nel suo caso. Bene l'altro farmaco. Utile, invece, una fibroscopia per una conferma della diagnosi ad oggi.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori