Utente
Buonasera Dottori! Mia moglie lamenta da diversi mesi un gonfiore ad entrambi i lati del collo, forse riconducibile ad un linfonodo, particolarmente dolorante sul lato sinistro.
Abbiamo effettuato un’ ecografia della tiroide (soffre di tiroidite) che però non ha evidenziato alcunché, pur avendo la dottoressa, rilevato un gonfiore alla digitopressione.

Da alcune settimane lamenta tosse e acufene all’orecchio sinistro, oltre a pizzicore alla lingua e a parte del palato.
Sente anche un forte groppo alla gola oltre che dolore alla stessa gola.

Non so a chi rivolgermi e mia moglie teme addirittura un tumore alla laringe.

Ciò che preoccupa è che il tutto va avanti da più di 6 mesi (i linfonodi ingrossati) ed essendoci da poco trasferiti non abbiamo medico curante.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La linfoadenopatia decritta potrebbe essere esito di una pregressa mononucleosi. Per una conferma o meno dovrebbe fare un prelievo per ebv e citomegalovirus. Per quanto riguarda il resto della sintomatologia, il tutto potrebbe dipendere da una infiammazione esofagea. Utile, quindi, per una diagnosi e relativa cura, una visita specialistica otorinolaringoiatrica.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la tempestività nella risposta. È possibile che sia una di queste patologie, considerando che io ho avuto Citomegalovirus e mononucleosi 7 anni fa e da sposati lei non l’abbia preso? Inoltre i linfonodi sono ingrossati da 6-7 mesi circa...

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, è possibile. Con un prelievo possiamo averne certezza o meno
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
E qui sorge un altro problema...a Roma sta diventando difficile ricevere visite anche dalla guardia medica che a detta di uno dei medici non hanno dispositivi di protezione sufficienti. In ospedale è sconsigliato andarci, non saprei chi la potrebbe visitare.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per il prelievo, è sufficiente chiamare un qualsiasi laboratorio di analisi cliniche per un appuntamento. Per la visita specialistica, attraverso informazioni, uno Specialista si trova che visiti a carattere di urgenza
Dr. Raffaello Brunori