Utente 133XXX
Buongiorno, ho partorito l'8 luglio, il mio bambino è stato sottoposto ad una terapia antibiotica per 7 giorni perchè sono risultata positiva allo streptococco (tampone rettale). Vorrei sapere se il fatto che l'infezione fosse rettale e non vaginale rende meno probabile il contagio,il parto è stato veloce, due ore e mezzo, ma questo ha anche comportato il fatto che non sono stata sottoposta a terapia antibiotica per molto tempo, leggo che sono necessarie almeno quattro ore. Infine al quarto giorno di antibiotico la dose serale è stata somministrata con due ore di ritardo, alle 22 anzichè alle 20, mi chiedevo se tale ritardo possa aver vanificato l'effetto del farmaco o se il fatto che fosse già nel sangue da tre giorni garantisca la continuità dell'effetto.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Per fortuna che l'infezione era solo rettale e non anche vaginale-urinaria, altrimenti sarebbe stato indice di una maggiore colonizzazione e quindi maggiori rischi per il neonato.

Stia tranquilla, due ore di ritardo non sono un dramma e l'antibiotico fa comunque il suo effetto. Stia tranquilla perchè sia lai che il suo bambino sarete seguiti con analisi appropriate: esistono dei protocolli che i medici tanto ginecologi che pediatri utilizzano in casi come il suo.

Cordiali saluti ed auguri
Dott.Agnesina Pozzi