Utente 178XXX
Buonasera,
scrivo per mio figlio che ha quasi 28 mesi. Al momento articola correttamente le parole mamma, papà, Mattia (il nome del fratellino di 4 anni e mezzo) e 'mani'.
Tutto il resto sono un insieme di parole-non-parole con le quali, comunque, tende a spiegarsi (ad esempio per dire banana dice 'mana' o latte 'atta').
Non articola la vocale 'O'. In generale la mia considerazione è che si tratti di un bimbo un po' pigro poiché all'asilo nido socializza, gioca e interagisce, non ha problemi di udito, vive in un contesto familiare in cui padre e madre hanno buona proprietà di linguaggio (e gli parlano parecchio) e anche il fratellino parla molto bene per la sua età. Gli piace moltissimo vedere i libri illustrati, gli piace fare il gioco del 'cos'è'. Io indico l'oggetto e lui tenta di ripetere (quando ci riesce e a modo suo) oppure io chiedo dov'è l'oggetto e lui lo indica (quasi sempre correttamente) sul libro.
Non mi preoccupo, quindi, perché penso che sia ritardato.
Il dubbio però che qualche evento esterno provochi il ritardo nel linguaggio c'è ed è questa la mia domanda. È possibile che una caduta dal seggiolone a 6 mesi o una forte convulsione febbrile accaduta l'anno scorso possano provocare danni neurologici tali da causare ritardo nel linguaggio?
Ho intenzione di aspettare la fine delle vacanze estive prima di richiedere un consulto. Questo perché in genere quando passiamo molto tempo insieme vediamo molti progressi nei bambini. Se però la situazione non dovesse migliorare da quale specialista è bene portare il bambino?
Vi ringrazio molto per la cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Migliorerà stia tranquilla, deve perfezionale le labiali e linguali, aiutatelo facendogli soffiare un fischietto, soffiare un palloncino, leccare un lecca-lecca e tentate di fargli ripetere le paroline correttamente prima di dargli gli oggetti che indica. male che vada...visita ORL solo per verificare che non abbia il frenulo linguale corto.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi