Utente 349XXX
Buongiornoa tutti sono una mamma di un bimbp di 3 mesi e gia' dalla morfologica mi fu fatto notare che il bimbo aveva un rene piu dilatato. All ecografia delle anche la dottoressa ha riscontrato una dilatazione di circa 1 cm e che avrei dovuto fare l esame dell urine ed urinocultura ogni 15 gg. Nel frattempo abbiamo fatto una visita da un pediatra a lecce e ci ha detto di nn ripetere tali esami in quanto sarebberoeersi sembre batteri diversi e cosi in effetti e' successo. Quando sono andata dalla pediatra della mutua avendo visto gli esami gli ha prescritto antiibiotici. Il bambino pero non ha mai avuto febbre ne altro anzi sta bene e non ha dato l ok per il primp vaccino. L altro pediatra invece ci ha detto che il vaccino si puo fare tranquillamente e che non ce bisogno di antiiotico xke nn ci sono sintpmi di infezini. Ora io non so che fare. A chi ascoltare? Il pediatra di lecce ci ha aiutato in molti casi ed essendo ex primario so che ha esperienza pero' nn so se e il caso di vaccinarlo cmq e se e' necessario dover dare antiiotici anche se il bimbo sta bene

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora, va innanzitutto indagato il perché della dilatazione renale (potrebbe trattarsi di un restringimento dell'uretere omolaterale) con uno studio completo. L'urinocoltura serve poco nel senso che l'infezione urinaria è eventualmente un fenomeno secondario, un effetto e non una causa e quindi piuttosto che continuare a dare antibiotici capire la causa della dilatazione ed eventualmente decidere il da farsi. Tenga presente che sottoporre il bambino ad un prelievo per l'urinocoltura come dovrebbe essere fatto correttamente, per non avere falsi positivi, è un vero stress.
Inoltre non può certo prendere antibiotici a vita...
Il vaccino puo' farlo se non ci sono sintomi di infezione in atto.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi