Utente 211XXX
Buongiorno,
Mio figlio di tre anni e mezzo, da circa un anno e mezzo soffre di attacchi di acetone soprattutto quando tra l'ultimo pasto e la colazione passano almeno 10/12 ore. La prima volta non capendo cosa fosse ma vedendolo in stato di quasi incoscienza lo abbiamo portato al
Ps dove è stato ricoverato per accertamenti e dimesso dopo due gg.
In altre occasioni ha avuto crisi così "violente" tenute sotto contro tramite gli stick appositi e biochetasi. Un mese fa (come da consulto già richiesto) una sera dopo una forte sgridata è andato a dormire e la notte nel sonno ha vomitato restando quindi a digiuno tutta notte e trovandolo
quindi la mattina con un forte acetone.
Ieri sera alle 18,45 il bambino ha mangiato carne di pollo e insalata per poi addormentarsi subito
per la stanchezza. Questa mattina alle 7,30si è svegliato lamentando mal di pancia (come sempre quando ha acetone) e chiedendo acqua. Dopo avergliela portata ho visto che tremava come una foglia sudando in maniera davvero
Troppo abbondante. Si è alzato fatto la pipì (e li dallo stick ho capito che aveva acetone a valori massimi) e diceva che aveva nausea. Sistemato sul divano è andato come sempre in stato "comatoso", occhi aperti ma fissi, pochissime reazioni, pallido ecc ecc
Gli ho dato dei sorsi di biochetasi e subito grissini e un succo
di frutta. Piano piano si è ripreso mangiando anche dei crackers e ora a distanza di 4 ore è come se niente fosse, attendo la prossima pipì per rifare gli stick. Vorrei sottolineare che settimana scorsa dopo 8gg di antibiotico per mal di gola abbiamo fatto gli esami delle urine che mi sembrano regolari :
Glucosio assente
Proteine 0 [0-15]
Sangue assente
Chetoni assenti
Bilirubina assente
Urobilinogeno 0,2. [0-0,2]
Peso specifico 1022 [1005-1020]
Vorrei sapere se i risultati possono essere stati falsati dall'antibiotico o se sono comuqnue attendibili e se da quanto risulta si possa escludere qualunque patologia diversa da semplice acetone (per esempio il diabete)
Vorrei inoltre sapere se un bambino predisposto come lui possa sentirsi peggio a causa del
forte calda, sudando moltissimo e quindi perdendo sali minerali e altro. All'asilo li tengono fuori tutto il giorno e in questi giorni ci sono circa 34/35 gradi e di notte davvero non si respira. Può peggiorare le cose?

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Cara Signora
mi chiedo come sia accettabile innanzitutto tenere un bambino "tutto il giorno" fuori con questo caldo bestiale! E' da incoscienti e certo bisogna che all'asilo vi facciate sentire un attimo perché non solo suo figlio ma tutti i bambini di quell'asilo sono a forte rischio di colpo di calore, disidratazione, malori. L'inadeguato apporto di liquidi in situazioni di caldo-gioco-sudate può essere pericoloso per un piccolino e di sicuro (così come la febbre) peggiorare o scatenare ripercussioni metaboliche.

Per quanto concerne l'acetonemia va assolutamente rivisto il regime dietetico che (assieme ai digiuni prolungati, stress, sforzi, febbre) e se ricco di grassi è una delle cause principali. Poi di certo esistono cause più serie come la carenza di insulina (diabete) e difetti congeniti del metabolismo;Non ultimo c'è l'acetonemia causata da assunzione di salicilati e da alcool .. ma prima di fasciarsi la testa per problemi più seri bisogna che il piccolo mangi come si deve alla sua età.

Si consulti con il suo medico o un Pediatra che possa guidarvi su modalità, qualità, quantità ed orari di assunzione degli alimenti in relazione alla sua età e di sicuro la situazione non si ripeterà come mi auguro.

Per finire,assolutamente non si può stare 12 ore senza assumere nulla. Anche un sorsetto di coca cola, succo di frutta, o bevanda zuccherina potrà sollevare il piccolo da questi malesseri.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi




[#2] dopo  
Utente 211XXX

La ringrazio Dott.ssa, effettivamente sembra assurdo anche a me far giocare dei bambini sotto il sole per ore anche perché a tre anni non hanno certo l'accortezza di fermarsi dal gioco per chiedere un bicchiere di acqua. Per quanto riguarda l'alimentazione devo dire che in casa lo teniamo abbastanza controllato e il bambino non è uno che ama pasticciare. Mangia cioccolato/patatine ecc davvero raramente, beve succhi e acqua (non ama le bibite) gli do carboidrati una volta al giorno almeno e preferibilmente carne bianca o pesce.
Mi chiedo però se dall'esame delle urine non sarebbe emerso se ci fosse stato qualcosa di più grave?

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gli esami delle urine sono buoni. Gli stick sono delicati, possono deteriorarsi col caldo. Si accerti che non sia scaduto il tempo raccomandato dopo l'apertura.