Utente 904XXX
Gent.dott.semplicemente un informazione...mia figlia 11 anni ha effettuato esami urine per certificato medico per la pratica sportiva agonistica..:colore:incolore
aspetto -limpido
ph5.5
glucosio-0
proteine-5
emoglobina-0
corpi chetonici-0
bilirubina-0
uribilinogeno-0,2
nitriti assenti
leucociti 75 * leu/ul 0-0
peso specifico-1016
esame microscopico del sedim- rari leucociti

tutto nella norma,tranne qualche raro leucocita.Il pediatra mi riferisce che non ha significato clinico...di stare tranquillo.
Ps assurdo ma in ospedale mi hanno fatto travasare (in bagno)l'urina ,da un contenitore grande ad uno piu' piccolo.... Le chiedo se ritiene giusta la tesi del pediatra....assenza di qualsiasi sintomo.....grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La raccolta delle urine anche se non seguita da urinocoltura va fatta con determinati presupposti: lavaggio accurato delle parti intime, la primissima urina non dev'essere raccolta perché vi è sempre una concentrazione di globuli bianchi di provenienza vaginale. Se non ci sono altri sintomi ritengo che il pediatra abbia ragione. La prossima volta prenda il contenitore in farmacia e faccia il tutto a casa come le dicevo lavando bene le parti intime, facendo perdere la primissima urina e raccogliendo la seguente e facendo anche attenzione a che il contenitore non tocchi le parti intime. Bene anche divaricare leggermente le labbra vulvari in modo che il getto di urina non le tocchi. Cordiali saluti

Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 904XXX

La ringrazio per la esaudiente risposta e le auguro un felice anno nuovo...Ps leggo la sua specializzazione e approfitto della sua disponibilita'...mio padre anni 65 è portatore di by pass coronarici da 5 anni (mai infaurtuato)....a causa della terapia che assume (cardio aspirina e altro)...è costretto a prendere gli inibitori di pompa come copertura.....da un po' è diventato intollerante a questi farmaci ...e ha sospeso per un po' l'assunzione ...ma questa notte ha avuto un malore (dolore allo sterno e vomito)...ricoverato in ospedale,sono state escluse cause cardiologiche...episodio da reflusso....quindi è costretto a riprendere la copertura che a lungo (appunto )gli provoca giramenti di testa stanchezza ecc...mi chiedevo se l'omeopatia potrebbe sostituire (con i suoi preparati)l'inibitore di pompa...i medici dicono di no....i naturopati si....mi è rimasto il dubbio amletico....Grazie di tutto e ancora auguri

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
l'Omeopatia non è come la medicina allopatica e non si giova di sintomatici (ulcera, reflusso, febbre, diarrea, dermatiti ecc ecc) ma cura CIASCUN INDIVIDUO inbase alle sue caratteristiche, al suo modo di reagire, ai suoi sintomi particolari, alla costituzione. Non esiste farmaco sintomatico che giovi a tutti i pazienti con lo stesso sintomo. L'Omeopata (MEDICO) valuta il paziente, lo visita, ci parla, e poi decide quale rimedio simillimun prescrivergli.

L'Omeopatia ha curato pazienti sia con problemi di reflusso che con patologie più serie. Se poi il reflusso è mantenuto da un'ernia jatale...beh ci vuole la chirurgia!

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi