Utente 368XXX
Buon giorno, vi scrivo perché sono abbastanza preoccupata. Mia figlia dall'età di circa 7 anni (la prima volta in cui è avvenuto il fatto) presenta arresti respiratori a causa di traumi di entità anche lieve. Questo avviene tutte le volte in cui prende un colpo sul sedere, cadendo per esempio da una giostra. La sua cassa toracica é gonfia e lei rimane in apnea senza riuscire ad espellere o immettere aria, come se il diaframma rimanesse bloccato. Per migliorare la situazione è necessario dare qualche colpo forte in modo da "sbloccare" il meccanismo. Con gli altri miei figli non è mai avvenuto nulla di simile, mentre con lei, che di anni adesso ne ha 10, è successo già 5 volte. Sono spaventata all'idea che le possa capitare quando è da sola e che la situazione possa degenerare. Da piccolissima ha sofferto della "sindrome della morte in culla", cosa che si è poi risolta spontaneamente verso i due anni. Può esserci qualche relazione con questo? Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Credo si tratti di spasmi affettivi; ad ogni modo un controllo generale degli apparati cardiaco e respiratorio la faranno stare maggiormente tranquilla. Accertato che è tutto a posto consiglierei una consulenza da un Neuropsichiatra infantile che vi darà tutte le delucidazioni ed i consigli necessari per affrontare questa problematica, transitoria e tipica dell'infanzia, nel migliore dei modi.

Suggerisco anche di farle praticare uno sport che aumenti la compliance respiratoria con un'azione sul diaframma, come ad esempio nuoto, oppure lo studio di uno strumento a fiato.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi