Utente 477XXX
Innanzitutto grazie per lo splendido servizio che fornite.
Siamo una famiglia italiana, da 6 anni residente in Germania: mia figlia, 5 anni, é nata qua, vicino Frankfurt am Main.
É frutto di un parto gemellare (gemelle eterozigote) ed é sempre stata una bambina piccola.
Proprio questa sua crescita ridotta (soprattutto se confrontato con la sorella gemella che é sempre stata centrata in tutti i percentili di crescita), ci ha portato a monitorarla, ultimamente anche con il supporto di un endocrinologo.
Da sempre la sua crescita é incollata al percentile piú basso (3%) ed ultimamente, soprattutto come altezza, é addirittura finita sotto la linea piú bassa dei diagrammi di crescita.
Riporto per completezza le informazioni in mio possesso:

Nascita: 2.13 kg; 44cm (testa 30.5)
1 mese: 3.1kg; 49cm (testa 34.5)
4 mesi: 5.47kg; 59cm (testa 38)
1 anno: 8.2kg; 69cm (testa 42)
2 anni: 9.2kg; 80cm (testa 43.5)
3 anni: 12kg; 88cm (testa 44.5)
4 anni: 12kg; 95cm (testa 45.5)
5 anni: 13.8kg; 100cm (BMI 13.8)
Oggi (5 anni e 2 mesi): 13.9 kg; 100.6cm circa

Aggiungo che 9 mesi fa é stata sottoposta a esami del sangue (tutto ok) e raggi X alla mano (dove é risultata in “ritardo” di circa 2 anni!).

L’endocrinologo ci ha detto che le ultime due misure di altezza si stanno allontando sempre piú (anche se di poco) dalla linea inferiore.
Ha proposto un ulteriore controllo a Settembre per confermare o smentire la tendenza, e ci ha giá illustrato la possibile contromisura: terapia ormonale fino alla pubertá per supportare la crescita.

Ci ha chiaramente detto di pensarci anche perché le condizioni ancora non lo “impongono”, il caso é borderline per cui potrebbe spettare a noi decidere: la bambina cresce... ma cresce poco.
Continuando cosí, percentile o non, rischia comunque di essere molto “piccola” con le ripercursioni anche psicologiche che questo puó causare (mi viene da dire, soprattutto in periodo scolare).
Ovviamente, l’idea di somministrare ormone per anni, ogni sera, fa un pó paura.
Stiamo anche pensando, per completezza, di fare ulteriori check con altri dottori. Mi piacerebbe sapere se la situazione di crescita illustrata consiglia, secondo lei, l’inizio di una terapia ormonale. O quali altri controlli sarebbe bene fare per decidere piú serenamente in un senso o nell’altro.

Grazie in anticipo per l’aiuto e cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Polito

24% attività
16% attualità
12% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2011
Gentile Genitore,
mi pare che la bambina sia seguita bene. L'endocrinologo a cui si è rivolto, immagino che sia pediatra. In Italia questa situazione segue precisi protocolli per intraprendere una terapia a base di ormone della crescita. Se rientra in questi parametri (riscontro auxometrico e dosaggio ormonale) è lecito sottoporla a trattamento ormonale (gratuito) che può essere eseguito esclusivamente da un centro ospedaliero riconosciuto. Non so la realtà tedesca nello specifico ma immagino che seguano le stesse direttive.
Cordialità
Dr. Enrico Polito