Utente 124XXX
buon giorno dottori,
vi scrivo per un episodio che mi è capitato ieri.
All'improvviso quando mi sono alzata dalla sedia dopo cena ho avvertito una fitta molto molto intensa nella parte destra della schiena all'incirca alla fine della gabbia toracica.
E' stata come una pugnalata tanto da togliermi il respiro.
Se tentavo di fare un respiro profondo il dolore si intensificava in maniera tremenda.
Il dolore sembrava quello classico dei dolori intercostali di cui soffro spesso e che a volte sono davvero molto forti in prossimità dello sterno.
Premetto che se inarco la schiena all'indietro da un pò di tempo avverto un dolore alla colonna vertebrale verso la metà della schiena, un dolore abbastanza forte e premendo con la mano avverto una sensazione dolorosa come se avessi preso una botta di recente.ho dato la colpa a mio figlio che spesso vuole stare in braccio e i suoi 15 kg per me sono abbastanza visto che non sono propriamente un colosso(1.65 mt per 49kg.)
La fitta di ieri sera è durata meno di un minuto e poi è sparita, ho preso immediatamente un oki col terrore che tornasse.
Secondo voi potrebbe essere correlato a qualche grave patologia polmonare?
Sono molto ansiosa a riguardo, è una malattia che mi spaventa molto.
Spero tanto in una Vostra risposta. grazia mille

[#1]  
Dr. Paolo Macri'

28% attività
0% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
LAMEZIA TERME (CZ)
MESSINA (ME)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
se il dolore è passato subito e non è associato a mancanza di fiato probabilmente ha ragione quando dice che potrebbe essere un dolore intercostale. se il dolore si dovesse invece ripresentare o se dovesse essere associato a dispnea (mancanza di fiato) vada a farsi visitare dal suo medico per decidere se fare o meno una radiografia del torace o altri accertamenti. cordiali saluti
dr. Paolo Macri'
Specialista in Chirurgia Toracica
Responsabile Chirurgia Toracica Humanitas Centro Catanese di Oncologia

[#2] dopo  
Utente 124XXX

gent.mo dott Macri, grazie infinite della Sua risposta.
Si, le confermo che il dolore è passato subito e non era associato a dispnea.
Ne approfitto per chiedere chiarimenti su un altra cosa.
Spesso mi capita camminando velocemente di avvertire dolore sempre alla schiena parte sinistra all'altezza del fianco sempre verso la fine delle costole, un dolore di tipo costrittivo.
Premetto che non ho tosse, ne febbre, nessuna perdita di peso apparente, nessuna sudorazione nottorna.
Ho solo alcuni linfonodi sul collo che si ingrossano una settimana si e l'altra anche, ma soffro spesso di mal di gola, a dire il vero è da maggio che ho spesso mal di gola e spesso devo dare un colpetto di tosse volontario per espellere il muco che mi si forma colore giallino e volte con puntinato grigio marrone.
Per motivi di lavoro sto seduta davanti al pc per circa sette ore al giono, nessuna attività fisica a parte quella di fare la mamma:-)
Sono molto molto ansiosa come avrà capito, ogni dolore per me è riconducibile a un tumore maligno.
Ho avuto un lutto di una persona a me molto cara morta a soli 24 anni causa linfoma di hodking ai polmoni.
Ho effettuato le analisi del sangue a settembre ed erano regolari, solo un piccolissimo aumento dei glubuli rossi.
Cosa ne pensa?

[#3]  
Dr. Paolo Macri'

28% attività
0% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
LAMEZIA TERME (CZ)
MESSINA (ME)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Potrebbe fare una clinica con il suo Curante per valutare la clinica dell'addome o una ecografia dei linfonodi del collo per vedere se siano infiammati o alterati ed addominale per escludere che la milza non sia modestamente ingrossata. Cerchi però di fare attività sportiva o delle lunghe passeggiate per rimuovere comunque un po' di ansia che, come lei stessa dice, non le fa bene. Cordiali saluti PM
dr. Paolo Macri'
Specialista in Chirurgia Toracica
Responsabile Chirurgia Toracica Humanitas Centro Catanese di Oncologia