Utente 246XXX
Mio padre 74 anni, operato di gastrectomia nel 2001 per adenocarcinoma, non fumatore, bronchite cronica, è stato sottoposto a tac e pet. E' risultato quanto segue:
L'esame Pet è stato eseguito dopo somministrazione e.v. di F18-FDG a digiuno.
Sono state acquisite immagini CT total body smdc per la correzione dell'attenuazione e per la mappatura anatomica delle lesioni metaboliche. L'esame PET è stato coregistrato con lo studio CT.

Quesito diagnostico: caratterizzazione metabolica di addensamento polmonare al lobo inferiore destro, in pz noto per gastrectomia totale nel 2001, per ca gastrico, nota BPCO.

L'analisi delle immagini tomoscintgrafiche documenta la presenza di iperaccumuli di tracciante metabolico in ambito polmonare parenchimale a destra al segmento superiore del lobo inferiore.
Concomitano alcune captazioni, di verosimile natura linfonodale, in sede paratracheale sinistra, lateralmente all'arco aortico, perilare e periperbronchiale bilateralmente e sottocarenale.
Diffusa ed aspecifica captazione addominale, di pertinenza intestinale.

Conclusioni: quadro PET indicativo per la di malattia ad elevata attività metabolica in ambito polmonare bilateralmente, con concomitante incremento metabolico sulle regioni linfonodali segnalate.

Ora mio padre è stato ricoverato per altri accertamenti, è stata effettuata broncoscopia (risultata negativa ma poco attendibile in quanto il tessuto prelevato non era sufficiente), ora è stata effettuata una seconda Tac (siamo in attesa del referto) i dottori mi detto che se il quadro non è migliorato dalla precedente Tac, gli verrà effettuato l'ago aspirato.
La mia domanda è com'è possibile che dopo tutti questi esami non ci sia ancora una diagnosi precisa? E' possibile che il sospetto carcinoma evidenziato dalla Pet sia un'infiammazione in corso?
Grazie per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Paolo Macri'

28% attività
0% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
LAMEZIA TERME (CZ)
MESSINA (ME)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Se il campione non era sufficiente si può ripetere la procedura per tentare di avere campioni più ampi e significativi. Qualora non si riesca in altro modo (broncoscopia e agoaspirato) si può andare ad eseguire prelievi direttamente sul mediastino con tecniche miniinvasive.
dr. Paolo Macri'
Specialista in Chirurgia Toracica
Responsabile Chirurgia Toracica Humanitas Centro Catanese di Oncologia

[#2] dopo  
Utente 246XXX

La ringrazio per la risposta. Oggi abbiamo ricevuto il risultato della Tac e a quanto ho capito gli "addensamenti" che si vedevano nella Tac precedentemente fatta non sono più presenti ma ne sono comparsi altri in altri punti, inoltre i marcatori tumorali sono nella norma.
Il dottore con cui ho parlato mi ha detto che domani faranno un prelievo sanguigno per verificare i valori VES, quello che non capisco è se viene escluso il sospetto di tumore oppure se stanno facendo accertamenti per altre patologie.