Utente 180XXX
Buongiorno,
scrivo per capire a chi rivolgermi per un problema di apnee notturne di mio marito.
MI spiego: mio marito ha 41 anni e non e' assolutamente sovreppeso, non lo e' mai stato, non russa o solo raramente, in modo poco rumoroso..ma di notte mi sveglio spesso perche' sento che buttando fuori l'aria " si ferma" emettendo un suono tipo " m" e il respiro e' fermo a volte per 5/6 secondi, dopo di che butta fuori l'aria con un respiro molto lungo come se avesse trattenuto l'aria parecchio... a volte sono io che lo sveglio perche' mi spavento a non sentirlo respirare...
Questa cosa accade piu' spesso quando e' a pancia un su.
A volte si sveglia con un cerchio alla testa soprattutto se dorme qualche ora in piu' e a volte alla sera crolla letteralmente !
Vorrei sapere a chi dobbiamo rivolgerci, che visita dobbiamo fare o se ci sono rimedi naturali da provare.
Mio marito non e' allergico, non ha problemi di naso chiuso o altro.
Grazie mille per il Vs prezioso lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, il problema di suo marito va visto nel contesto dei disturbi nel sonno: gli episodi che lei segnala potrebbero essere apnee. Mi verrebbe quindi da dire "disturbi respiratori nel sonno", ma le apnee ostruttive in fase espiratoria sono rare, anche se possibili, e di solito si accomagnano a russamento: le apnee di suo marito potrebbero essere contrali, ma d'altra parte, la prevalenza di questi eventi in posizione supina, mi farebbe nuovamente propendere per un disturbo respiratorio di tipo ostruttivo.
La cefalea mattutina e la stanchezza potrebbero rientrare nel corollario sintomatologico della sindrome delle Apnee nel Sonno (OSAS).
Credo che per dirimere i dubbi di cui sopra aia necessario un approfondimento consultando un medico esperto in problemi nel sonno:le categorie interessate ,nelle quali individuare un esperto sul sonno, sono i neurologi, gli ORL e, da qualche tempo, i dentisti.
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il problema di suo marito.

http://www.studiober.com/pdf/Malocclusioni e patologie respiratorie ostruttive.pdf
https://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

Cordiali saluti edf auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 180XXX

Buongiorno Dottore e grazie per la rispoosta,
i sintomi della apnee notturne centrali rispecchiano molto i sintomi di mio marito: anche lui in fase di veglia, verso sera o tardo pomeriggio respira in modo non regolare ma fa delle pause in fase espiratoria.MIo marito e' uno sportivo anche se non e' sub e non fa apnee.
Ho notato un incremento degli episodi nei periodi + stressanti per lavoro( raramente in vacanza)
A questo punto Volevo chiederle qual'e' lo specialista piu indicato per questo tipo di apnee, se l'otorino o il neurologo?
Nel frattempo, anche per stare meglio a livello di stress mio marito ha iniziato ad assumenre delle gocce rilassanti con passiflora, valeriana.
Cerchero' di notare se con questa cura le apnee si ridurranno.
Grazie mille e buon lavoro.


[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile signora, nel mio precedente messaggio ho colpevolmente dimenticato lo Pneumologo (forse lo davo per scontato), che é forse lo specialista di prima scelta in un problema come quello di suo marito. E' però necessario che operi in un ambiente orientato allo studio del sonno, argomento che, con pari professionalità, può essere coltivato , sempre in centri orientati allo studio del sonno, da neurologi e, qualche volta, da ORL.
Forse é il caso che si faccia consigliare dal suo medico di fiducia, o che si informi presso la sua ULSS se esiste un centro del sonno nella sua città.
Se crede, mi faccia sapere i risultati.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com