Utente 303XXX
Buongiorno a tutti, vi chiedo aiuto questo è la diagnosi che hanno formulato su mio padre:

1) Positivo per carcinoma
2) Materiale fibrinoso e cellule della flogosi
3) Biopsia bronchiale sede di infiltrazione neoplastica costituita da cellule di piccola tagli con scarsissima rima citoplasmatica e cromatina "a sale e pepe" le colorazioni immunoistochimiche mostrano CKHMW- , LCA- non sono disponibili attualmente cromogranina e CD56. Frammiste a queste cellule si osservano elementi atipici con rima citoplasmatica più ampia e nucleo nucleolato. Le colorazioni immunoistochimiche hanno mostrato positività alla CK7+, CK HMW+ in questa seconda popolazione
reperto di neoplasia combinata, carcinoma scarsamente differenziato e neoplasia suggestiva per carcinoma a piccole cellule.
Seguirà addendum sulle colorazioni immunoistochimiche

Qualcuno mi saprebbe dire se c'è una possibilità di un'operazione o cura per rimuovere questo tumore o mi devo rassegnare...??
Grazie in anticipo a tutti.

[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
12% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Se confermata la diagnosi di carcinoma a piccole cellule la chirurgia come trattamento ha le frecce un po' spuntate. I primi stadi possono essere aggrediti anche con la chirurgia: sto parlando di tumori di circa 2 cm di diametro massimo in assenza di linfonodi patologici e/o metastasi in altri organi o apparati. In questi casi il trattamento di scelta è la Chemioterapia e la radioterapia.
Sarebbe utile avere il responso di una TC total body con mezzo di contrasto.
Saluti
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#2] dopo  
Dr. Orazio Antonio Filieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
CONFERMO TUTTO QUANTO DETTO DAL DOTT. CLAUDIO ANDREETTI
ED IN PARTICOLARE NELLA CONFERMA DIAGNOSTICA DI MICROCITOMA SONO IMPORTANTI LE DIMENSIONE DEL TUMORE, LA SUA LOCALIZZAZIONE E L'ASSENZA DI METASTASI.
SE TUTTO QUESTO DOVESSE ESSERE CONFERMATO DA UNA TAC-PET E TC-TOTAL BODY CON MEZZO DI CONTRASTO, SPERANDO CHE IL DIAMETRO MASSIMO NON SUPERI I 2-3 CM
SI POTREBBE AGGREDIRE CON TERAPIA CHIRURGIA.
CORDIALITA'.
Dott. FILIERI Orazio Antonio
PNEUMOLOGO- Pneumologia Ospedale Gallipoli (LE)

[#3] dopo  
Utente 303XXX

Vi ringrazio per le vostra risposte vi allego la diagnosi PET, in attesa di una vostra risposta vi porgo cordiali saluti

Esame PET

L'indagine PET evidenzia iperaccumulo del tracciante a livello del lobo superiore del polmone destro (SUVbw max 22.8) con estensione alla regione ilare omolaterale, della regione retroclaveare destra (SUVbw max 2.4), paratracheale superiore destra (SUVbw max 12.3), della logia del Barety (SUVbw max 22.8), della regione precarenale (SUVbw max 19.9) e sottocarenale (SUVbw max 28.4). Non si evidenziano aree di significativo iperaccumulo del tracciante a livello dei restanti segmenti sorporei esaminati.

Conclusioni: Lo studio PET evidenzia patologia ad elevato metabolismo di glucosio a livello delle sedi di iperaccumulo segnalate.

[#4] dopo  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
12% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Allo stato attuale della malattia consiglio un trattamento medico:chemioterapia e radioterapia. La chirurgia andrà rivalutata in seguito.
Saliti
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#5] dopo  
Dr. Orazio Antonio Filieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
CREDO CHE SU QUESTO QUADRO RADIOLOGICO L'UNICA STRADA TERAPEUTICA DA INTRAPRENDERE E' QUELLA CONSERVATIVA CIOE' CHEMIO-RADIOTERAPIA.
CORDIALITA'.
Dott. FILIERI Orazio Antonio
PNEUMOLOGO- Pneumologia Ospedale Gallipoli (LE)