Utente
Buonasera,con la presente vi chiedo gentilmente un consulto e dei vostri consigli da una persona estremamente ipocondriaca.
Da tempo, soffro da artrosi cervicale con qualche disturbo.
Ogni tanto, mi prendono dei dolori dietro la scapola, quando respiro ed inspiro che durano un'intera giornata e passano con dei fans.
Ultimamente, mi sta succedendo un qualcosa di strano che, mi ha messo molta paura perché leggendo su internet mi è uscita appunto questa sindrome di pancoast.
La cosa che mi succede è che quando giro il collo verso sinistra avvolte sento una scossetta elttrica che parte da dietro il collo e arrivo fino al pettorale che dura una manciata di secondi per poi terminare.
Questo fastidio non è sempre presente, e avvolte lo fa anche quando sforzo per defecare, che irrigidisco il collo.
Avvolte formicolio alla mano , e qualche scossetta sotto le ascelle fino al braccio.
Questi sintomi possono essere la sindrome di pancoast?
Avverto questo fastidio da almeno 1 anni.
Non sono fumatore, non ho problemi di respiro, avvolte ho il fiatone solo quando faccio 2-3 piani di scale, oppure quando parlo troppo al telefono mentre cammino(mi sono ingrasasto almeno 15kg in 6 mesi per stress e vita sedentaria ora peso 98kg alto 184).
Voi pensate che siano problemi di artrosi cervicale o qualcosa di più serio?
Leggendo su interent leggo che il nervo dei pettorali maggiori e minori originano dal plesso brachiale, dai nervi cervicali c5-c8 e del nervo toracico t1.
La scossetta è presente di lato al pettorale internamente piu vicino all'ascella, è del picco o grande nervo?
A livello loco regionale del collo e sopraclavicolare ho dei linfonodi che ho controllato con piu ecografie che non destano preoccupazione in quanto, sono inferiori ai 2cm e mobili e si vede e documenta bene ilo centrale.
Ultimamente ho sofferto di un piccolo problemi di deglutizione, in quanto un giorno ho dovuto ingoiare delle pasticche senza acqua, e il giorno dopo mi ha dato la sensazione di raschiamento fino al giorno dopo, cmq riesco a deglutire tutto senza problemi, ora fastidio terminato.
Non ho palpebre abbassate , e non mi sembra che ho le pupille rimpicciolite.
Ora pero pensando a questa cosa, sembra che mi manca il fiato, e ogni tanto ho qualche fitta puncicata nel petto avanti e dietro o avvolte quando respiro e inspiro.
Nnon ho tosse e ne abbassamento di voce.
ispettorato normale, no catarro ne sangue.
Avvolte trovo sangue nella saliva per colpa del sanguinamento delle gengive che combatto da anni, difatti mi succede spesso che succhiando la saliva nella bocca, quando emetto la saliva risulta spesso con tracce di sangue,senza successo,finchè lo trovo.
Per non parlare di quando mi lavo i denti, perdo molto sangue da esse.
Avvolte provo a fare la tosse e cercare nella saliva qualche traccia di sangue che non trovo e avvolte sforzo tanto per farlo uscire.
Il mio dentista mi ha detto che ho le gengive sensibile e delicate e molto sanguinanti e miha consigliato una pulizia orale ogni 4 mesi.
Sono in panico.
Saluti e grazie

[#1]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
Le sue preoccupazioni sono assolutamente campate in aria e senza alcun fondamento medico/scientifico.
La sindrome di Pancoast alla quale fa riferimento è una situazione talmente grave complessa con un corteo sintomatologico cosi' importante da essere assolutamente a mio avviso da escludere.
Visto che, considerato il suo atteggiamento ipocondriaco difficilmente riusciro' a tranquillizzarla la invito a farsi visitare da uno pneumologo, magari con l'ausilio di una spirometria, potra' oggettivamente fornirle dei dati utili sul buono stato di funzionalita' dell'apparato respiratorio.

saluti cordiali
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore, effettuerò visita specialistica in merito e le farò sapere.
Dato che è stato cosi gentile , le vorrei porle un'altro quesito:

Premetto che, in questi giorni ho un forte mal di gola con molto fastidio quando deglutisco,fastidio alle orecchie e dietro al collo, con febbre fino a 37.5.
La settimana scorsa, avevo il naso molto intasato di muco, e invece di soffiare, ho fatto il gesto di inspirare con il naso e traferire tutto il muco alla bocca, per poi "raschiare" la gola ed immettere l'espettorato attraverso la bocca.
L'espettorato, si presentavo molto gelatinoso, colore avorio giallino e in mezzo a questo, un piccolo grumo rosso molto denso e striato.
Fin da subito ho pensato ad un grumo di sangue, ma poi vedendolo su un fazzoletto, questo grumo era uniforme,appiccicoso e non si divideva ed erano presenti dei filamenti come fibre, e questa cosa mi ha fatto rimanere molto stupito.
Pensandoci bene, in quei giorni ho mangiato un arancio maturo di color arancione rosso, ed effettivamente sembrava più un filamento di arancio che sangue.
La tonalità del sangue era sul arancione rosso vivo.
Dividendo il grumo, effettivamente ci stavano delle buccette, fibre di qualcosa.
Leggendo su internet però, ho letto che esistono di espettorati emorragici che appunto sono gelatinosi vischiosi, appunto simili a questo grumo che ho espulso.
A questo punto, cari dottori, cosa sarà stato questo espettorato?
Un grumo di sangue oppure un pezzo di arancio??
La cosa mi preoccupa non poco, infatti terrorizzandomi molto sul fatto di avere qualcosa di grave ai polmoni, anche se questo reperto non è stato espulso assolutamente con la tosse.
Anche questa mattina alzandomi, e avendo un po di catarro e raucedine, ho espulso di nuovo su un fazzoletto un po di muco verdino-giallastro denso e da una parte, aveva un colore sul rossiccio arancio.
L'espettorato era denso, e dalla parte più rossiccia , era più gelatinoso.
Anche in questa volta , esso è stato espulso attraverso la bocca sempre con la manovra di tirare su il naso.
Ringrazio per la risposta.
cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente
Caro Dott. Cesaro, può gentilmente , se vuole rispondermi a miei quesiti?
attualmente sono un po raffreddato, e quando respiro a bocca aperto profondamente, si sente come un rumore, il mio dottore mi ha detto che è il catarro che fa fare questo rumore.
Tipo si sente bollire l'acqua..
Grazie mille

[#4]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente la condizione che descrive probabilmente fa riferimento ad una congestione ipersecretiva delle vie respiratorie.
Le sensazioni ed i rumori da gorgoglìo che avverte in genere sono dovuti ai muchi che al passaggio dell'aria determinano questo effetto.

Probabilmente sarebbe il caso di assumere un antibiotico e dell'aerosol terapia, ma solo in linea teorica dal momento che senza l'ausilio di una visita nessun medico potra' darle una terapia mirata.

Consulti il suo medico di fiducia e ci faccia sapere
Cordiali Saluti
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#5] dopo  
Utente
Caro Dottore, buonasera e con la presente sono qui a chiederle di nuovo un consulto su alcuni sintomi.Sono un ragazzo di 29 anni estremamente ipocondriaco che appena vede o sente una malattia si immedesima in quei sintomi e malori.
Purtroppo psicologicamente sono stato toccato da eventi che mi hanno peggiorato nell'essere ipocondriaco.Gli eventi sono stati la perdita di un mio amico con un cancro ai polmoni e l'operazione sempre di un tumore benigno a mio suocera e un cancro al seno con metastasi cerebellari di mia madre che combatte fortunatamente da 10 anni.Ogni tanto mi prende qualche nuovo sintomo di qualche nuova malattia e ora, come già chiesi un paio di anni fa a voi è arrivato il momento di indagare sui polmoni, ma ora con estrema paura in quanto mi succede tutto questo:Attualmente saranno almeno 2 settimane che ho dei dolori dietro la scapola/ schiena e quando compio dei movimenti con il braccio o busto ho delle forti lancinanti, esse le ho anche quando faccio dei grandissimi respiri profondi.
Soffrendo di cervicale con radiografia effettuata ultimamente(rettilineazzazione), ho dei sintomi di addormentamento delle dita del braccio sx e e gomito e scosse al pettorale sx.Non sono fumatore da sempre e fino adesso non ho mai avuto tosse.MA essendo molto ipocondriaco e lo ammetto , vado in crisi e faccio di tutto per averla o meglio per farla e quindi da una decina di giorni mi rifugio al bagno per fare della tosse forzatissima per controllare l'espettorato.Che dire , l'espettorato è sempre risultato bianco e pulito anche se alcune volte a forza di succhiare la saliva per metterla sulla carta usciva un po di sangue ma proveniente dalle gengive di cui sono molto delicate e sanguinanti.Oggi invece non contento,mi lavo prima i denti, li sciacquo bene con acqua fredda per evitare sangue dalle gengive e mi metto subito a tossire fortissimo per vedere l'espettorato e che dire apro il fazzoletto e vedo un bel espettorato con sangue rosso vivo insieme alla salute, non spumeggiato ma liscio liscio.Qui vado in panico, penso di avere qualcosa di brutto, inoltre quando ho tossito apposta ho sentito proprio una fitta nella scapola e la schiena dove ho quel dolore.Subito dopo subentra il sudore e il panico ed ora ho questo dolore dietro la scapola fisso e sembra che ho dolore al braccio e al gomito. Sono riandato dopo 60 minuti ad effettuare tosse forzata e non ho riscontrato nulla e dopo una volta ancora invece ho visto un puntino rossastro che sembravo mucoso toccandolo è sparito e non ha macchiato nulla. Ora sono impanicato sto male, ma penso che in fondo questo evento l'ho voluto creare io per farmi fare una Rx al torace che nessuno mi ha prescritto ma che io ora voglio fare! so che sto male e che forse la mia vera patologia è questa dannata ipocondria ma ora credetemi è secondaria a queste cose che mi sono successe.che fare? soffro anche di reflusso e quando singhiozzo o bevo cose fredde mi da fastidio quando deglutisco. sto male e ho paura!

[#6] dopo  
Utente
P.s adesso sono qui a capire se quel sangue fosse ancora delle gengive nonostante avessi messo acqua fredda in bocca o dai polmoni.
Sono consapevole di tutto, ma come vede sono proprio sciocco e menefreghista, sembra che ho paura di stare bene!!

[#7] dopo  
Utente
Caro dottore, preso dal panico e dalla paura ho continuato ad effettuare tosse e raschiamenti per controllare.
Cosi facendo mia madre ha deciso di portarmi a fare la mattina seguente una radiografia al torace che ha portato questo esito :

Non si documentano evidenti addensamenti a focolaio in atto negli ambiti respiratori.
Modesta accentuazione del disegno polmonare in sede basale.
Seni costo frenici liberi.
Ombra cardiaca volumetricamente nei limiti.

Caro Dottore cosa significa questo referto? cosa significa questa modesta accentuazione del disegno polmonare? mi devo preoccupare? è grave?
Il radiologo ha riferito questa cosa ad una allergia bronchite passata fumo ect ect, io di innanzitutto non fumo, non ho avuto bronchite ultimamente, una leggera allergia ce l'ho come mi disse 3 anni fa l'otorinolaringoiatra, in quanto avvolte faccio molti starnuti consecutivi mandando giu il muco(abbondante dal naso e dalla bocca) e soffro un po di reflusso gastrico.
Potrebbe essere questa la causa? Inoltre come gia scritto in questi giorni ho fatta molta tosse forzata per vedere se mi usciva sangue dall'ispettorato, potrebbe anche essere questa la causa del reperto radiologico?