Utente 117XXX
Gentili dottori, io prendevo cymbalta, abilfy,e valium. Adesso la mia psichiatra mi ha prescritto una serie di ansiolitici e sedativi(valium, depakin, entumin, lantanon) per dormire e soprattutto per smettere di girare tutto il dì per il corridoio senza riposarmi mai. Riesco a dormire ma di giorno le mie gambe ormai doloranti non riescono a stare ferme. A cosa può essere dovuto. Si può curare con i farmaci?
Grazie.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

tale condizione, se non dovuta all'uso di psicofarmaci, andrebbe trattata da un neurologo.
In presenza di una esatta diagnosi il trattamento puo' essere risolutivo.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 117XXX

Io prendevo fino a un mese fa il cymbalta che la psichiatra ha detto che mi ha dato troppa energia ma penso che ormai il suo effetto dopo una settimana sia svanito. In questo caso un neurologo potrebbe davvero risolvere la situazione?
Grazie.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

il sintomo che descrive potrebbe avere delle cause neurologiche o vascolari.
Oppure potrebbero essere dovute alla presenza di effetti collaterali per l'uso di farmaci.

Se il fenomeno si presenta quando lei si mette a riposo (nel senso fisico), si parla di "sindrome delle gambe senza riposo" che e' di pertinenza neurologica.

Se invece e' un fenomeno sempre presente per cui lei non riesce a stare ferma si devono considerare le altre cause che le ho elencato prima.

Le ho consigliato una visita neurologica per valutare tali condizioni, visto che mi pare che la sua psichiatra non abbia un parere univoco su tale problema, risolvendo la questione con l'uso, a mio parere smodato, di ansiolitici.

Qualora non ci fossero condizioni neurologiche, potrebbe essere un problema di pertinenza psichiatrica ma certamente senza l'attuale trattamento.
Inoltre, lei avra' una diagnosi per l'assuzione di tali trattamenti?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

credo ci sia un po' di confusione. Lei ha una terapia da disturbo bipolare, e tra i farmaci assunti (che non sono ansiolitici e sedativi, tranne il valium) ce n'è uno che può produrre l'incapacità a star fermi e a trovare una posizione con smania di muoversi, alzarsi, girarsi etc (cosiddetta acatisia), cioè l'entumin.
Gli stessi sintomi possono essere dati anche da farmaci di altro tipo, però a quanto dice lei la prescrizione sarebbe mirata a controllare le gambe senza riposto, il che non mi sembra plausibile.
Qual'è la sua diagnosi di partenza, e quale di questi farmaci le è stato indicato con lo scopo di controllare le "gambe senza riposo"?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 117XXX

Grazie per i chiarimenti Dr.Pacini ma non sono capace di dare una risposta.

[#6]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
12% attualità
16% socialità
TERNI (TR)
VITERBO (VT)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Per gli utenti interessati al problema:
1) la "Sindrome delle gambe senza riposo" (Restless Legs Syndrone - Anxietas tibiarum) si manifesta a riposo,soprattutto di notte,ed è caratterizzata dal bisogno incessante di muovere le gambe; si tratta per lo più di movimenti tipo "pedalare in bicicletta" o di strofinamento di una gamba sull'altra.
2) l'Acatisia è molto diversa dalla precedente: vi è l'impossibilità a restare a lungo seduti ed a lungo in piedi nella stessa posizione; bisogno di camminare; se si è costretti a stare in piedi, per esempio davanti ad un interlocutore, si è costretti a "marciare sul posto". Questa è dovuta ai farmaci neurolettici cosiddetti "incisivi" (nomi commerciali: Serenase, Haldol, Entumin, Trilafon ecc.),ma può osservarsi anche in soggetti trattati con antipsicotici atipici (Risperdal, Invega, Abilify, raramente Zyprexa), con la sulpiride e derivati (Sulamid,Deniban, Solian, Levopraid) e addirittura con antidepressivi SSRI.
Naturalmente, differendo le cause, differenti sono anche le terapie.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#7] dopo  
Utente 117XXX

Potrebbe essere:L'ACATISIA TARDIVA: è una sensazione di irrequietezza motoria o un’incapacità a rimanere fermi. Questo stato soggettivo provoca spesso movimenti ripetuti. È causata, generalmente, da farmaci, specie gli antipsicotici. Le manifestazioni tipiche sono lo strofinare e il colpire ripetutamente parti del corpo, incrociare e sciogliere le braccia e le gambe, togliersi peli immaginari dai vestiti, camminare, battere il passo, altalenare con le gambe, sbadigliare, brontolare o gridare. Il disturbo viene confuso di frequente con l'agitazione e, pertanto, il medico è indotto ad aumentare il dosaggio del farmaco che è causa del disturbo.

[#8]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
12% attualità
16% socialità
TERNI (TR)
VITERBO (VT)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Ha fatto un copia e incolla? Il sito di provenienza sbaglia, perchè confonde l'acatisia (che non è tardiva) con la discinesia tardiva; comunque sì,l'acatisia è quella.
Per entrare nel suo problema, mi pare di capire che il suo psichiatra attribuisce il sintomo all'eccitamento, tanto è vero che ha diminuito l'antidepressivo ed introdotto il Depakin e l'Entumin. Così a distanza è difficile prendere posizione. Il suo psichiatra ha più informazioni di noi, perchè la vede e parla con lei direttamente.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, come dice il collega Carbonetti, il discorso del suo medico sembra più ricondurre al fatto che si tratti di eccitabilità, e la terapia ultima sembra data in quest'ottica. Ma la diagnosi di "gambe senza riposo" l'ha fatta il medico o l'ha fatta Lei sulla base di cose lette ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 117XXX

RE:Dr. Pacini
Nessuna delle due:ho semplicemente questo sintomo.

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Scusi utilizzare il termine "gambe senza riposo" in assenza di diagnosi puo' essere fuorviante nella richiesta.

Infatti gia' nel primo post di risposta dubitavo che fosse una forma di "gambe senza riposo".

Come spiegato dal Collega Dr. Carbonetti, si distinguono sintomi differenti e, quindi, diagnosi differenti secondo la presentazione del sintomo che potrebbe essere quindi una delle due cose.

Se lei avesse una sindrome delle gambe senza riposo, quindi quando lei e' a riposo e le gambe no (notte), e' un conto, se invece ha un problema di acatisia cambia tutto.

Insomma, a noi preme capire chi le ha fatto questa diagnosi se e' stata fatta ed eventualmente cosa le e' stato riferito in merito a questo sintomo.

Sembra essere maggiormente una acatisia ma questo non e' il parere di chi la cura.


https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#12] dopo  
Utente 117XXX

Il parere del medico curante è che l'antidepressivo Cymbalta sia stato buono, che adesso però mi ha portato dall'altra parte dandomi una grande energia ed eccitamento.

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora non nessuna delle due. Ha usato un termine tecnico senza che nessuno lo abbia detto. Come le ha spiegato il collega, avere irrequietezza alle gambe o anche alle gambe non significa "gambe senza riposo" automaticamente, ci sono più possibilità. Quindi non vedo da cosa nasca l'ambiguità, lo psichiatra le ha prescritto una cura tesa a smorzare l'agitazione, e qui il discorso torna con la cura prescritta. Però, sia farmaci contenuti nella cura di prima, sia l'entumin della cura di adesso possono avere l'acatisia che le è stata descritta (non acatisia tardiva che non esiste) come effetto collaterale. Lo riferisca quindi al medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Il parere del medico curante è che l'antidepressivo Cymbalta sia stato buono, che adesso però mi ha portato dall'altra parte dandomi una grande energia ed eccitamento."

Non credo che abbia compreso bene il senso. L'eccitamento non è una cosa positiva, altrimenti "grande energia ed eccitamento" sarebbero il miglior risultato possibile. Gli antidepressivi possono causare viraggi in mania maggiore o minore (ipomania). Questo fenomeno prelude ad un peggioramento cronico dell'umore, non è avvertito come fastidioso ma comporta dei rischi in relazione ai comportamenti associati. Per questo i medici quando vedono fasi eccitatorie tolgono gli antidepressivi e introducono lo stabilizzatore dell'umore, tipo depakin.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 117XXX

Sì, intendevo dire che sono iperattivo che in termini tecnici potrebbe essere una mania causata dall'antidepressivo:ridotto bisogno di sonno, fuga delle idee, distraibilità, agitazione psicomotoria, aumentata produzione verbale con difficoltà a frenarla, volubilità nel cambiare opinione, sbalzi d'umore, ...
Quindi la mia depressione maggiore potrebbe essere cambiata in depressione bipolare?

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è cambiata. Non sono due pezzi separati, e non si chiama depressione bipolare, non è una forma di depressione, si chiama disturbo bipolare. Ma anche la terapia di prima, come quella di adesso conteneva un antipsicotico, quindi sembra che il terapeuta avesse questo dubbio in partenza. In ogni caso la terapia attuale è una terapia antibipolare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it