Utente cancellato
Scusate se disturbo.Dal 15 novembre sto male perchè ho interrotto il Delorazepam.Ne prendevo un boccetta ogni due giorni.Dal 12 prendo lo Zoloft 50 mg.(ora 150), lo Stilnox 10 mg., Xanax 15 gocce al giorno da 0,75 mg. ed essendo epilettica, in forma leggera, Tegretol 800 mg.I disturbi sono vari tra cui derealizzazione, stanchezza, ricordi intrusivi e altro. Rispetto alle prime due settimane c'è stato un leggero miglioramento in quanto non riuscivo a mangiare, a dormire, avevo problemi di minzione, più problemi muscolari di adesso, più sensibilità alla luce.Mi chiedo se è il caso di andare in una clinica , ed eventualmente quale. Mi suggeriscono di bere, possibile che non possa fare altro ?E' vero che è una situazione che può durare mesi o anni? Grazie.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

una grande confusione.
Innanzitutto cosa significa è epilettica in forma leggera ? Assume tegretol come stabilizzatore dell'umore o come antiepilettico ?
Se è epilettica ha corso un rischio a sospendere il delorazepam bruscamente, anche se ormai sono passate settimane. Chi le consiglia di bere "presumo per accelerare la scomparsa del delorazepam dal sangue" le dice una cosa fuori tempo massimo innanzitutto (perché il delorazepam dopo i primi giorni non c'è più, e non è a alla sua presenza residua che è legata l'astinenza). Poi le consiglierebbe una cosa controproducente, cioè accelerando lo smaltimento del delorazepam si peggiora la sindrome da sospensione.
I sintomi che ha avuto sono compatibilissmi con una sindrome da sospensione di benzodiazepine. Non è chiaro perché lei assumesse una boccetta ogni due giorni, e non è chiaro perché abbia sospeso senza sentire un parere medico, né perché adesso non lo riferisca al medico che la segue. Chiarisca.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
141635

dal 2010
Innanzitutto la ringrazio per la sua risposta.Ho scoperto di essere epilettica a 23 anni e prima non ho mai avuto crisi.Per frazioni di secondo mi capitava di avere assenze ma era una cosa molto rara e il medico diceva che era stanchezza.Da allora ho avuto quattro o cinque attacchi.Ho rarissimi momenti di assenza, circa uno o due volte l'anno, e la neurologa ha detto di prendere una compressa di Tegretol da 200 mg. quando capita. Questo medicinale lo prendo per l'epilessia.Lo psichiatra non mi aveva detto di prendere così tanto Delorazepam.Le quantità erano minime.Me lo sono aumentata da sola, mi vergogno a dirlo ma è questa la verità.Ho sospeso il farmaco sotto indicazione della nuova psichiatra che avevo ma, siccome sentivo che qualcosa non stava andando bene,ho contattato anche il mio vecchio psichiatra da cui non potevo più andare in quanto in pensione e non per altri motivi.All'inizio hanno pensato fosse lo Zoloft la causa di tutto, poi lo Stilnox e poi hanno pensato a sintomi da sospensione.Entrambi mi hanno detto di aspettare, uno mi ha dato lo Xanax e incontro regolarmente una psichiatra.Sono sotto stretto controllo medico. Ho incontrato anche la mia neurologa la quale non ha dato proprio importanza alla cosa.

[#3]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
12% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Effettivamente vi è un bel po' di confusione,e questo succede quando si ascoltano troppe persone.
Riguardo al Tegretol,prima ha scritto che sta prendendo 800 mg (dose corretta), ora che ne prende 200 mg "quando capita", che è un'assurdità,e non può averglielo detto la neurologa. Se continua ad avere "assenze",anche se molto rare, vuol dire che c'è ancora un focolaio epilettogeno attivo,e che la cura non la copre completamente.
Riguardo ai sintomi attuali, dovrebbe scegliere uno psichiatra di sua fiducia e affidarsi a lui senza sentire contemporaneamente altre persone.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#4] dopo  
141635

dal 2010
Grazie per aver risposto subito e di domenica. Purtroppo è stata la neurologa a dirmelo e l'affermazione che ha fatto mi crea non poca ansia....In ogni caso avevo deciso di cambiare neurologo proprio in seguito all'ultima visita. Quindi quando ho momenti di assenza non devo prendere niente anche se mi capita un paio di volte l'anno?!Mi aveva detto di farlo in seguito a due episodi capitati un anno e mezzo fa. Ho avuto due crisi a distanza di tre mesi circa, cosa mai capitata.Mi ha fatto fare una RMN in cui risulta che ho in sede frontale sinistra piccola formazione nodulare subependimale(di 5 mm.),aggettante nel corno frontale del ventricolo laterale sinistro, che presenta segnale lievemente iperintenso nelle immagini pesate in flair e sostanzialmente isointenso con la corteccia in tutte le restanti sequenze.Referto da riferire a eterotopia corticale nodulare.Ulteriore piccola formazione nodulare, di significato analogo alla precedente, di dimensioni inferiori, si apprezza controlateralmente, in sede subependimale a livello del corno frontale del ventricolo laterale dx.

[#5] dopo  
141635

dal 2010
La neurologa mi aveva detto di prendere il Tegretol in più quando avevo questi momenti di assenza, non casualmente.

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

se continua ad avere fenomeni di tipo epilettico la terapia dovrebbe essere risistemata in modo che tali fenomeni non si verifichino piu' o che si verifino con frequenza inferiore.

Assumere un aumento di trattamento nel momento della crisi non consente all'organismo la metabolizzazione "immediata" del farmaco, cosa che avviene invece con l'utilizzo di farmaci che si usano specificatamente nella crisi per farla terminare.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7] dopo  
141635

dal 2010
Mi sento stupefatta in questo momento...In ogni caso la ringrazio e ringrazio anche il dottor Carbonetti e il dottor Pacini per la vostra squisita gentilezza e competenza.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

quindi ha una diagnosi neurologica di epilessia. Non si capisce esattamente la scelta di utilizzare un antidepressivo (anche se moderatamente, ma pro-epilettico), perché non ha specificato la diagnosi. Inoltre non ha detto da chi è partita l'idea di sospendere il delorazepam bruscamente, e se era un'assunzinoe autogestita o prescritta anche se a dosi inferiori.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
141635

dal 2010
Si, ho una diagnosi di epilessia. L'antidepressivo me lo ha dato uno psichiatra, ma a dosi molto inferiori, in quanto ero un pò esaurita. L'idea di sospendere il Delorazepam bruscamente è stata della nuova psichiatra da cui sono andata. C'è una soluzione al mio problema attuale?

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

forse lei e' disorganica nell'esposizione dei suoi problemi come lo e' qui.

Le faccio un esempio: riferisce che lo zoloft le e' stato prescritto a dosi inferiori ma come sarebbe arrivato a 150mg?

Allo stesso modo, pare che ogni medico che la visita vada incontro ad errori, quindi o lei non comprende bene quanto prescritto o chi le ha fatto la prescrizione non ha ben capito i suoi problemi clinici.

La soluzione ai suoi sintomi c'è, ma e' opportuno un esatto inquadramento con il suo aiuto.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#11] dopo  
141635

dal 2010
Sinceramente non posso nascondere di avere confusione, in questo momento. Da quando sono iniziati questi problemi, ho forte difficoltà a fare tutto tra cui leggere o parlare con le persone. Non riesco a memorizzare le cose e devo segnare tutto quello che mi potrebbe servire. Questa mattina ho telefonato in ospedale per prenotare una visita e dopo pochi squilli non ricordavo chi stavo chiamando. Quello che scrivo qui, lo devo rileggere cinque o sei volte per essere sicura di non commettere errori e di avere scritto cose esatte. Comunque, lo Zoloft mi è stato aumentato gradualmente. Siamo partiti da 50 per arrivare a 150 e la dottoressa ha detto che dovrei tenerlo per almeno otto mesi.

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
le avevo chiesto delucidazione
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
141635

dal 2010
Ho scritto tutto quello che è successo e che prendo... In ogni caso le posso assicurare che la compressa di Tegretol, da 200 mg. in più, mi è stata data dalla dottoressa che mi segue, che la psichiatra mi ha fatto interrompere il Delorazepam bruscamente e che i due psichiatri che mi hanno seguita non hanno capito per due settimane che cosa avevo. Poi potete dare la colpa a me di tutto, tanto, in questo momento è sicuramente la cosa più facile da fare.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Manca ancora la diagnosi, non l'ha detta.

Mi sembra francamente incomprensibile come si proceda alla sospensione brusca di una quantità tale di delorazepam in paziente portatrice di epilessia, anche se coperta, e in trattamento con farmaco proepilettico.
Forse lo xanax doveva sostituire il delorazepam (?).
Non è neanche chiaro perché il fatto che lei assumesse una certa quantità di delorazepam (quante gocce ? O vuotava il flacone tutto insieme più o meno a giorni alterni ?).
Lei ha riferito i sintomi, ha riferito di aver sospeso bruscamente una benzodiazepina e questo tipo di situazione non è stato preso in considerazione ? Strano.

Non capisco la considerazione sul dare la colpa a Lei, più che altro sembra che non voglia dare informazioni complete.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
141635

dal 2010
Ho sintomi da sospensione. Lo Xanax ha cominciato a darmelo uno psichiatra il 21 dicembre in quanto non miglioravo e mi è stato detto di prenderlo fino a che non starò bene. Ho cominciato a prendere tanto Delorazepam, sinceramente, perchè sono stupida. Me lo dico ogni giorno e le cose non cambiano. Ero disperata ma questa non può essere una giustificazione. Non lo prendevo in giorni alterni ma regolarmente mezza boccetta al giorno da mesi, non so quanti. Dopo una settimana che stavo male mi hanno consigliato di diminuire lo Zoloft, la settimana successiva lo Stilnox e poi hanno pensato a sintomi da sospensione. Non ho nessun interesse a nascondere informazioni.

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Chi ha detto che adesso abbia sintomi da sospensione - sono passati due mesi - ?
Allora riprendiamo dall'informazione che manca. La diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
141635

dal 2010
I due psichiatri che mi seguono hanno detto che ho sintomi da sospensione. Il 12 gennaio ho comunque una nuova visita con la psichiatra che mi ha sempre seguita fin dall'inizio.

[#18]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Alla fine, ha postato altre 4 volte ma ancora non si capisce bene ne' la diagnosi per la quale le e' stata fatta una prescizione di Zoloft, ne' il motivo di decidere di sospendere mezza boccetta di benzodiazepina tutto in una volta, ne' ulteriori informazioni che possano essere utili.

Probabilmente si sono instaurati anche dei problemi cognitivi che le impediscono di scrivere e leggere in modo semplice.
Anche questo aspetto sarebbe da valutare in sede di visita.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Continua a evitare di dirmi la diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
141635

dal 2010
Se mi dicono che ho sintomi da sospensione, se mi chiedono che diagnosi mi hanno fatto, rispondo che mi hanno detto che ho sintomi da sospensione. Grazie comunque.

[#21]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il collega le ha chiesto la diagnosi prima della sospensione dei farmaci.

Stiamo cercando di capire l'indicazione al trattamento prescritto secondo la diagnosi che e' stata fatta e che ha comportato le prescrizioni successive.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139