Utente 135XXX
Buyongiorno Gentili Dottori,

seguendo i consigli ricevuti su Medicitalia ho esposto al mio psichiatra gli effetti collaterali che l'Abilify, assunto alla dose di 5 mg al giorno, mi procura e che essenzialmente sono:

- prolattina a 30.1 ng/ml
- difficolta' nell'eiaculazione e talvolta nell'erezione
- diarrea persistente, vado di corpo anche 8 volte al giorno
- ansieta'

Lo psichiatra ha detto che non ci sono altri farmaci appropriati per il mio caso ( avevo gia' provato vari SSRI, fra cui Zoloft, Fevarin, Cipralex, Eutimil) e ha dimezzato, come tentativo, la dose di Abilify portandola a 2.5 mg al giorno. Gli ho parlato della Duloxetina ma non l'ha considerata appropriata. La diagnosi che mi fa' e di disturbo ossessivo. Non ho particolari compulsioni ma piuttosto una certa tendenza a "ruminare" sui dettagli delle cose. Faccio anche psicoterapia come ho gia' detto altrove.

Vorrei sottoporre alla vostra cortese attenzione alcune domande:

- Non ci sono altri farmaci che potrebbero essere adatti al mio caso?
- Posso fare qualcosa per ridurre la diarrea persistente? A questo proposito lo psichiatra mi ha detto che e' la prima volta che riscontra questo effetto collaterale con l'Abilify.
- Visto che l'Abilify sembra produrmi uno stato di ansieta', potrebbe essere tale effetto collaterale la causa di alcune difficolta' ad eiaculare e talvolta ad avere l'erezione, nel senso che puo' risultare aumentata l'ansia di prestazione?

Ringrazio per l'attenzione e porgo i miei piu' cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

le considerazioni in merito agli effetti collaterali da farmaco possono essere valutate esclusivamente con una visita di persona che possa anche aiutarla a discernere da condizioni psicologiche di altro genere responsabili di tali quadri.
Inoltre, per il suo tipo di disturbo numerosi farmaci sono efficaci ma la terapia deve essere personalizzata.
Per la sua diarrea persistente farei un controllo da un proctologo, una volta esclusa quale effetto collaterali da farmaco.
Il dosaggio attuale di Abilify è praticamente inefficace dal punto di vista terapeutico.
Ritengo invece opportuno indicare che la persistenza di sintomi deve essere trattata con un aumento della posologia in atto per evitare la persistenza di effetti collaterali e per consentire di ridurre realmente la sintomatologia per la quale il farmaco e' stato prescritto.


Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 135XXX

Grazie Dr. Ruggiero.

La diarrea dipende realmente dai farmaci a mio avviso, perche' e' appunto iniziata con l'inizio della terapia farmacologica.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

e' necessario considerare un minimo tempo di latenza dall'introduzione del farmaco e l'inizio dell'effetto collaterale.
faccia questa valutazione ed eventualmente si sottoponga a controlli specifici.


Cordiali Saluti
Dr F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
0% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)
CARAVINO (TO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
in accordo con i colleghi credo valga la pena di lavoare su due fronti:
- ottimizzazione della terapia psichiatrica
- risoluzione/attenuazione della collateralità farmacologica.


Cordialmente.


Stefano Garbolino
Cordialmente
www.stefanogarbolino.com

[#5] dopo  
Utente 135XXX

Grazie Dr. Garbolino, ma non saprei cosa fare, visto che il mio psichiatra dice che altri farmaci da provare non ci sono e che cio'
che ha proposto è stato semplicemente di dimezzare la dose.