Utente 191XXX
Buongiorno.
Circa sette anni fa, mia madre, in seguito ad un enorme dispiacere in ambito famigliare, ha avuto problemi nel dormire, ha iniziato a prendere Halcion 250mg la sera prima di coricarsi, i problemi nel dormire sono finite, se non che non ha mai smesso di prendere il medicinale.
Dopo sette anni la situazione è questa: mia madre soffre di depressione, attacchi di panico, frequente ansia, irritabilità, collere, senso di inutilità, cambi di umore repentini e prova un grandissimo rancore per tutte le persone che le han fatto del male.. La mia domanda è questa: questi POSSONO essere effetti collaterali dell'Halcion, oppure è una depressione venutasi a creare in conseguenza di questo dispiacere?
Altra domanda, come fare a consigliare ad una persona che, anche per una minima osservazione o piccolo litigio, urla per decine di minuti e poi si getta per ore in un totale sconforto, di andare a parlare con qualcuno più competente di me o mio padre.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

i sintomi descritti sono indipendenti dall'uso prolungato di Halcion.

Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 191XXX

Grazie per la velocità
Quindi non esclude una possibile sindrome depressiva?
Gentilmente la saluto.

[#3] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
Quello che lei descrive fa pensare a problemi che vadano oltre la dipendenza da triazolam. L unica strada e' quella di ricercare una valutazione specialistica.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
Utente 191XXX

Gentilissimo Dr.,
Infatti la mia idea era quella di poter portare mia madre da uno psicanalista o da uno psicologo, ogni volta però che si fa riferimento a questo due figure il discorso viene subito tranciato o portato su altre strade, altre volte ricevo risposte del tipo:"non tornerò mai come prima" e lì purtroppo finisce. So bene che devo andare oltre, il problema è che le persone non vedono un "Mi piacerebbe portarti da uno psicanalista" nello stesso modo in cui vedono un "ehi mamma ti porto dall'ottorinolaringoiatra".
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Utente 191XXX

Inoltre volevo sapere se un'assunzione di Halcion per 7 anni non può essere considerata esagerata, visto che non vi è stato mai, e dico mai, alcun consulto con un medico specialista?

[#6] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Lo specialista di riferimento e' lo psichiatra.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#7] dopo  
Utente 191XXX

Ne deduco quindi che mia madre dovrebbe prendere medicinali, non si potrebbe provare prima a portarla da uno psicologo/psicanalista?

EDIT: scusate la mia ignoranza, ho visto che uno psichiatra può affrontare la cosa anche senza prescrivere necessariamente farmaci.

Ok.
Vi ringrazio.
L'ultima cosa che vi domando è proprio come persuaderla ad essere accompagnata da uno psichiatra

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

L'assunzione cronica di halcion può produrre quadri ansioso-depressivi, tuttavia c'è anche da dire che le persone che soffrono inizialmente anche solo di insonnia, dopo un certo periodo tendono a sviluppare disturbi dell'umore o d'ansia, come a dire che l'insonnia è un precursore.
Halcion utilizzato cronicamente perde il suo potere sedativo, mentre si crea un circolo vizioso per cui la persona ne sente la necessità alla sera, se non lo prendesse o lo ritardasse avrebbe astinenza, per cui rimane convinta che le serva per dormire, e che "senza non dormirebbe". Di solito questo si verifica perché l'insonnia è resa intollerabile comunque da un disturbo sottostante, ad esempio d'ansia.

Lo specialista è lo psichiatra, per appurare la diagnosi e impostare una cura di fondo, oltre che per l'eventuale sospensione dell'halcion, è indicato questo.

L'atteggiamento di una persona depressa o ansiosa è quello di rifuggire dalle cure, per un timore rivolto verso tutto indistintamente, e anche per un sentimento di sfiducia che fa vedere le cose pessimisticamente (cioè inutili e improbabili).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 191XXX

La ringrazio davvero moltissimo. Ha risposto a tutte le mie domande, penso comunque in settimana di parlare con mio padre per cercare di fare un discorso serio e molto pacato a mia madre.

Le farò sapere
Cordialmente auguro a lei e a tutti voi una buona serata e una buona notte.

[#10] dopo  
Utente 191XXX

Scusi, vista la disponibilità.
Un'ultimissima domanda: nel caso in cui si dovesse sospendere anche gradualmente l'assunzione di Halcion quali potrebbero essere le reazioni allo stop del farmaco?

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

la sospensione non va autogestita, l'astinenza da tranquillanti comprende insonnia, tremori, dolori muscolari, sudorazione, ansia, crampi. Non sono rari nelle sospensioni brusche allucinazioni e stati confusi, con delirio e incapacità di orientarsi nel tempo e nell'ambiente. Possono esservi crisi crisi convulsive. Naturalmente questo varia in rapporto alle dosi a cui si è assuefatti, e vi sono sintomi più "acuti" per i preparati a breve durata, come l'halcion.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
i sintomi che ha descritto il collega possono essere ancora più importanti se si considera l'età della persona.
La situazione deve essere necessariamente gestita da uno specialista in psichiatria.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#13] dopo  
Utente 191XXX

Ringrazio moltissimo tutti voi.
Grazie di cuore.