Utente 209XXX
Buongiorno,sono una ragazza di 23anni che vorrebbe qualche delucidazione sul problema, per me grave, di mia madre. Da Ottobre ho dei colloqui c/o il consultorio della mia città con una psicologa. Questo perchè non sapevo più gestire la situazione/rapporto con mia madre. Dai recenti colloqui è emerso che mia madre soffre di un disturbo grave della personalità. Di conseguenza ha grossi problemi psicologici, che però la fanno restare sul filo del rasoio. Ultimamente la convivenza con lei è davvero soffocante, difficile da gestire. Litighiamo in continuazione. Non so davvero come gestire il tutto da sola.
Secondo la Dott.ssa dovrei andare a vivere da sola, ma il senso di colpa e la mia precaria situazione economica non lo permette. A volte mi sento in trappola, destinata a stare accanto a mia madre per il resto della vita, rinunciando ad una MIA vita! Inoltre questo mio problema mi fa sentire diversa, isolata dai miei coetanei.
La Dott.ssa mi chiede cosa io stia cercando restando in casa con mia madre. Non lo so!
Per non dilungarmi troppo vorrei porre le mie domande, ovvero :
_ di quale disturbo soffre mia madre nello specifico (perchè dire "disturbo della personalità" credo sia troppo generico;
_cosa devo fare io nel frattempo, come gestisto questa convivenza forzata, i suoi insulti, i suoi sbalzio di umore, i suoi atteggiamenti infantili?

Giovedì farò un altro colloquio e proverò a sentire anche la mia Dott.ssa. Mi son permessa di scrivere perchè purtroppo (oppure è un segno positivo) i miei colloqui avvengono ogni 20 giorni. Per me è tanto, ma può essere interpretato come un segnale che la Dott.ssa è molto brava e ha molti pazienti, oppure che la mia situazione non sia poi così grave.

Ringrazio anticipatamente
Saluti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

non e' consentita la diagnosi on line.

Allo stesso modo non e' consentita una valutazione diagnostica senza che il/la paziente sia stata visitata in modo diretto.

Quanto a lei riferito rispetto a sua madre sono solo illazioni sulla base del racconto da Lei fatto ad una terza persona.

La invito ad evitare di perpetrare i suoi racconti sui presunti problemi psichici di sua madre e di concentrarsi sulla sua persona e sulle scelte che intende fare per se stessa.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 209XXX

Forse avrei dovuto specificare che mia madre, insieme a me, ha fatto ben 2 colloqui con la Dott.ssa.
Quindi non si è basata sui miei racconti, anche perchè non credo che una professionista possa dare giudizi senza prima aver avuto modo direttamente di verificare.

Saluti

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Due colloqui non sono sufficienti per considerare un disturbo di personalità, che e' una caratteristica che considera diversi aspetti.

In ogni caso non lo ha specificato pero' ha chiesto lo stesso di conoscere il tipo di disturbo di sua madre senza che nessuno la abbia vista neanche due volte.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/

https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 209XXX

Mia madre sin da quando era piccola andava dallo psicologo. Una volta è stata anche ricoverata.
Inoltre ha raccontato tutta la sua vita quando ha fatto quei 2 colloqui. Le è stato consigliato di proseguire il percorso ma lei si rifiuta affermando di non aver nessun tipo di problema. Io volevo solo avere delle delucidazioni sul disturbo della personalità.
Non mi diverte pensare che mia madre abbia dei problemi. Purtroppo ci sono e sono molto evidenti e frequenti. Chi più di me può dirlo?


Grazie
Saluti