Utente 418XXX
Mi collego al thread precedente nel quale mi è stato consigliato di chiarire la questione con uno psichiatra.

https://www.medicitalia.it/consulti/pneumologia/23530-affanno-durante-la-respirazione.html

ho una dispnea ormai iniziata da due settimane, alcune volte va e viene.

il problema respiratorio me lo sento al centro del busto vicino allo sterno.

Quando però sono sdraiato sento meno questo affaticamento, adesso sto prendendo 5 goccie di lexil la mattina però non vedo miglioramento.

qualcuno sa aiutarmi?



[#1]  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

nel precedente post le era stato consigliato dal suo cardiologo di attendere, che l'eventuale patologia, sempre che si trattasse di questa, si sarebbe ridotta col tempo.

Dando per scontato che il cardiologo abbia considerato la sua età, peso, altezza, abitudinidi vita, malattie precedenti e familiari e altri fattori, qui mi sento di darle lo stesso consiglio: segua la terapia e i consigli del cardiologo.
Eventualmente può eseguire una nuova visita cardiologica con ECG, e pneumologica con spirometria.
Inoltre può recarsi da uno psichiatra che potrà darle una blanda terapia per alleviare i suoi sintomi e le sue paure.
Cordiali saluti
Massimo Lai

PS il Lexil va bene, deve continuare eventualmente aumentare o passare ad altro.
Massimo Lai, MD

[#2] dopo  
Utente 418XXX

Capito

In ogni caso di paura vera ora non c'è dopo aver sentito da vari cardiologi che non ho una situazione grave, ma solo il fatto di sentirmi questo affanno addosso che va e viene durante il giorno mi crea sempre questo stato d'ansia.

comunque mi scuso ho sbagliato a scrivere io prima, lexotan no lexil (per ora 5 gocce al mattino presto) me lo consiglia intanto?

[#3]  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sì, lexotan è simile, vanno bene 5 gtt al mattino.
Il lexotan come tutte le benzodiazepine (BDZ) è facilmente dosabile dal paziente per cui è facile aumentare leggermente (una o due o tre gocce) e diminuire a seconda della necessità.
Per cui può prendere anche qualche goccia a pranzo e cena a seconda della necessità, ma non esageri perché quando smetterà ne sentirà l'astinenza, niente di non superabile, ma fastidioso specie se non si capisce cosa ci sta accadendo.

Cordiali saluti
Massimo lai
Massimo Lai, MD