Sono attacchi di panico???

buonasera a tutto lo staff di medicitalia!! è la prima volta che chiedo un consulto perchè generalmente ho trovato risposte in quelli degli altri ma ora nn proprio...
dunque circa una settimana fa, entrando in ufficio con aria condizionata molto bassa e dopo aver percorso circa 1 h con il bus al caldo mi sono sentita male...nn riuscivo a respirare, senso di debolezza, nausea continua e persistente, sudore alle mani, leggero e transitorio senso di addormentamento alle mani, nn riuscivo a lavorare al pc..il mio capoufficio mi ha consentito di stare un po in riposo in una saletta e sono stata un po meglio avendo poggiato i piedi su una sedia...al ritorno al mip pc nn ce l ho fatta piu e sono andata al pronto soccorso...mi hanno fatto tutte le analisi, elettrocardiogramma, visita otorino. Diagnosi: leggera faringite. OK!..proseguo per una settimana la mia vita di sempre, curandomi un po la gola con colluttorio, spray per mal di gola ec ec..dopo una settimana stessa storia: entro in ufficio e sto malissimo..mi hanno fatto stendere sul lettino della sala di guardia medica dove era un po piu caldo e stavo meglio ma mi è iniziata una paura di risentirmi male, di svenire o di vomitare(essendo consapevole che nn avevo mangiato nulla e che nn sarei certo svenuta)...insomma sono dovuta andare via, nn riuscivo neanche a muovere il mouse o a parlare con fluidita...non sono riuscita a prendere il treno per paura che facesse troppo freddo e che mi facesse male l aria condizionata...all arrivo del treno mi è venuta come una fortissima tachicardia ed un forte senso di paura di sentirmi male per strada da sola...il mio medico curante il giorno dopo mi ha visitato la gola ma nn ha trovato nulla ed ha attribuito il tutto allo sbalzo termico tra dentro e fuori avvalorando la sua ipotesi perche la sera quando sn tornata a casa avevo la febbre a 38.ora il fatto è che io nn riesco ad andare piu al lavoro, ho una paura terribile che mi risucceda di nuovo. stamattina mi sn vestita e stavo benissimo, ma dopo un po mi è venuta paura e sn tornata a casa...sono andata nuovamente da una guardia medica che mi ha consigliato di prendere la valeriana ma senza visitarmi!ora mi trovo a casa e mi sento bene anche se un senso di costrizione alla gola lo sento sempre (ho sempre sofferto un po di mal di gola)...quando nn sto in ufficio sto benissimo ma al pensiero di tornarci di nuovo e di risentirmi male mi viene ansia...aggiungo che vivo un periodo tranquillo sia sul lavoro che nello studio, anzi molto felice visto che mi sn laureata con il massimo dei voti almeno 7 mesi fa, tra un po andro in vacanza e ne sto preparando un'altra per ottobre che mi rende molto felice..nn ho particolari problemi..solo ho paura di dover prendere iniziare una cura farmacologica visto che mi sto curando con spirolang (spironolattone) e pillola (minulet)per un piccolo problema di irsutismo...talvolta uso clobesol per una psoriasi congenita che ho da quando sono nata...pensate davvero che sia un problema di panico??come riconoscerlo??nn è possibile che la terapia che sto seguendo mi causa questi problemi considerando che da sempre in estate ho sofferto di pressione un po' bassa??solo la valeriana può aiutarmi?...mi scuso se mi sono lasciata andare nello scrivere ma è importante...grazie 1000 a tutti i medici...buonasera..
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 990 248
I sintomi psichici sembrano proprio quelli del panico. Quando si fa visitare in maniera esplorativa ovviamente possono trovare varie cose, tipo una faringite, senza che questo significhi necessariamente che quei fenomeni sono manifestazioni di fariginte (magari la febbre sì, anzi certamente, ma la paura di sentirsi male e la spinta a fuggire o non entrare nei luoghi chiusi no).
Per diagnostiacre la presenza di panico è indicata una visita psichiatrica. La valeriana è un blando sedativo generico che non servirebbe per prevenire e trattare gli attacchi di panico.
Non è necessaria alcuna particolare causa unica perché venga un disturbo di panico. Tipico di chi ha il panico è non riconoscere il proprio disturbo in quello degli altri, perché si ha paura di avere qualcosa di unico e non compreso, quindi benché vi siano numerosi consulti che espongono situazioni simili alla sua, questo non la tranquillizza a sufficienza e non la "convince"...
Proceda con la valutazione specialistica.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
gent.ssimo dr pacini,
innanzitutto la volevo ringraziare per la celere risposta..ma volevo anche chiederle se sia normale che il senso di costrizione alla gola rimane ininterrotto..ovvero io conosco alcune persone che soffrono di attacchi di panico (o di ansia:ma che differenza c'è?) ma hanno delle crisi ad intervalli...io nn ho i tipici disturbi di sudorazione ec ec ma il senso di nn respirare bene me lo porto praticamente da una settimana ed è initerrotto anche se la notte dormo bene e a lungo...leggendo alcuni articoli nel forum mi è venuto il dubbio che io nn abbia effettivamente attacchi di panico ma soffra di asfisiostato....volevo inoltre chiederle se l eventuale disturbo di panico possa essere transitorio o in ogni caso trattato al piu presto....le chiede questo perche in questo periodo nella mia citta è praticamente impossibile trovare un medico: dovro aspettare almeno fino alla fine del mese...che cosa mi puo consigliare'
grazie dottore per la disponibilita, Le auguro un buon ferragosto
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Gentile utente,

i Centri di Igiene Mentale sono sempre aperti anche nel mese di Agosto.
Ad ogni modo, la diagnosi di esclusione di alcune patologie deve essere fatta con alcuni esami ematochimici specifici che devono anche escludere la presenza di patologie di tipo tiroideo che possono comportare la sensazione da Lei descritta.
La visita psichiatrica potra' distinguere le patologie e consentirle di orientarsi meglio nella diagnosi differenziale.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 990 248
Ammesso che la diagnosi sia quella, il senso persistente di costrizione ne sarebbe una caratteristica non strana. Ci sono sintomi ricorrenti e sintomi persistenti. Ma amaggior ragione se ha una faringite il fatto che il fastidio al coll/gola sia persistente è ovviamente anche legato a questo. La preoccupazione invece per questo fastidio al collo è presumibilmente di matrice ansiosa- e glielo rende insopportabile o fonte di angoscia.
Lei non è in grado di farsi diagnosi da sola, finirà semplicemente per andare ad avere dubbi terrificanti su cose strane e particolari che ha letto chissà dove semplicemente perché l'hanno impressionata, senza che magari un medico ci veda una particolare analogia con i suoi disturbi. Segua le indicazioni che già ha avuto e effetti una visita psichiatrica.
A Roma i centri psichiatrici pubblici sono aperti sicuramente, ma anche attendere fino a fine mese non mi sembra improponibile visto che siamo già a ametà-
[#5]
Dr. Gabriele Tonelli Psichiatra, Psicoterapeuta, Perfezionato in medicine non convenzionali, Neuropsichiatra infantile 326 11
Gentile Utente non deve considerare come "anormale" la possibilità di presentare apparentemente, sine causa, dei sintomi d'ansia. Tra l'altro mi sembra di capire che tali sintomi siano intimamente legati alla compagine lavorativa e siano assenti in altre condizioni. Può essere che l'episodio di lipotimia da Lei accusato in precedenza possa essere all'origine della attuale sindrome ansiosa.
La Sua situazione potrebbe trarre giovamento da un approccio al problema sia su eventuale base farmacologica, sia su base psicoterapica: la prima perché più rapida nell'ottenere il controllo della sintomatologia, la seconda per eventualmente approfondire eventuali correlazione tra sintomo ed evento scatenante.
Cordiali saluti

Gabriele Tonelli

Dott. Gabriele Tonelli
Psicoterapeuta,Master in Psicopatologia e Scienze Forensi,Segr.Redazione PsychiatryOnline It,Medico di Categoria. C.T.U.

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto