Utente 187XXX
ho una caduta copiosa di capelli. riporto i valori del ferro: 50 cioè al limite minimo. ferritina 35 quindi molto bassa. sto' prendendo un integratore di ferro esattamente il "cofer" da soli 15 giorni. Non so' quando inizierò a vedere benefici. la caduta di capelli era iniziata un anno e mezzo fa. un anno fa ho iniziato le cure con deltacrin spry e integratore adefluvina. C'era stato un miglioramento ma poi all'improvviso quando è calato il ferro (complice anche i primi caldi) la caduta è ricominciata. A questo punto io mi chiedo se il motivo reale è il ferro molto basso?! Quando il l'integratore di ferro inizierà a fare effetto?! ma soprattutto (visto che chiedo nella sezione psichiatria) se il motivo potrebbe essere anche l'assunzione di psicofarmaci che prendo dal 2010 per un disturbo di ansia ossessiva con pensiero accelerato che non riesco a bloccare (parlo da sola a voce bassa gesticolo da sola... non riesco a controllare i pensieri). I farmaci che prendo sono: Lyrica una compressa da 75 mg mattino, una compressa 75 mg pomeriggio, una compressa 150 mg la sera. (penso me lo abbiano dato perchè mi fa da ansiolitico e mi aiuta anche nel sonno). Rivotril 2 mg mezza compressa mattina, mezza compressa pomeriggio. Nozinan 25 mg 1/4 di compressa la sera. Le cure farmacologiche non mi stanno dando più l'effetto desiderato. sto' male mentre prima con la stessa farmacologia stavo bene riuscivo a vivere abbastanza bene. chiedo se la caduta di capelli può essere dovuta ai farmaci o se è la carenza di ferro? Chiedo inoltre: se la farmacologia non sta' più dando effetti desiderati, allora è meglio che io cambi la farmacologia? Alla asl gli psichiatri non mi hanno aiutata. In modo particolare una dottoressa ha detto che la cura deve rimanere questa nonostante sto' arrivando alla follia a parlare da sola a piangere senza motivo attacchi isterici di tutto. Per esempio: il rivotril l'ho iniziato tanti anni fa e mi dava un buonissimo effetto quasi ottimo. ora anche se ne prendo 2 compresse quindi anche se sollevo la dosazione, godo solo degli effetti collaterali del farmaco. Penso che la benzodiazepina sia da cambiare e anche se la dottoressa mi ha detto di no, io non so' bene anzi sto' peggiorando ogni giorno di più e questo rimane così. Se godo ormai solo degli effetti collaterali, a questo punto che senso ha prendere le medicine? Sono confusa. Aspetto una vostra cortese risposta, distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Prende integratori però pare che il ferro non salga più di tanto. In effetti è una causa di perdita di capelli.

Per la cura non è chiaro che cosa abbia. Non è una cura anti-disturbo ossessivo, e "accelerata" è un termine che si usa di solito per altre diagnosi, ma neanche a queste in realtà corrisponde la sua cura, che invece sembra una cura per un disturbo d'ansia, genericamente parlando.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 187XXX

per ora sto' finendo la cura di ferro iniziata 2 mesi fa, quindi aspetterò fine giugno per fare le analisi e vedere come va il ferro. Una volta finito il ferro prenderò l'adefluvina come mantenimento luglio agosto (sotto prescrizione della dermatologa). Il mio problema è l'ansia ossessiva con conseguente ansia sociale e quindi depressione perchè se non vivo è normale che mi deprimo. Sono agitatissima. Per pensiero accelerato intendevo che le ossessioni o i pensieri sono talmente veloci nella mente che è come se "escano fuori" e quindi parlo da sola (a voce bassissima) e gesticolo, anche in mezzo alla gente. Il mio psichiatra sta' provando a farmi sostituire la benzodiazepina cioè il rivotril (che ormai non ha più l'effetto desiderato), con il zopidem. So' che è un sonnifero ma nel mio caso dovrebbe farmi da ansiolitico dato che lo prenderò la mattina (visto che non sono riuscita con nessuna benzodiazepina a sostituire il rivotril). Il nozinan 25 mg 1/4 la sera è "effetto placebo" o quasi. IL lyrica mi aiuta. Io e il mio psichiatra abbiamo parlato di aggiungere un antiossessivo ma piano piano una cosa per volta per via degli effetti collaterali. Posso chiederle, ora che ci sono, come fare per chiedere una pensione per DOC ansia sociale? qual è la prassi? mi creda io sono una persona onesta e non vorrei mai chiedere una pensione ma sono 10 anni che non vivo. Alla fine sto' arrivando a sbattermi la testa al muro. come potrei fare? la prego di aiutarmi perchè ho avuto 2 episodi di pensieri suicidari e dopo anni e anni di cure con i farmaci nulla è migliorato. grazie dottore per la sua disponibilità. in qualche modo devo vivere e avere una piccola somma mi aiuterebbe dato che NON SONO IN GRADO di lavorare perchè le ossessioni non me lo permettono. grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sostituire rivotril con lo zolpidem mi pare francamente un controsenso. Il primo può avere sempre effetto, e non è un effetto in tempo reale.

Il lyrica è un farmaco potenzialmente utile.

La pensione di invalidità è una soluzione per chi non ha potenziale lavorativo. Comporta alcune limitazioni, tra cui anche quella possibile sulla guida di autoveicoli, a seconda della ragione per cui la si chiede e ottiene.

Chiunque può chiedere di farsi valutare ai fini della pensione, tramite la propria asl.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 187XXX

Sempre per lo stesso problema cioè perdita di capelli dovuta forse ai farmaci (non so' più a cosa pensare) o allo stress, riporto i dati delle analisi fatte dall'anno scorso a oggi di ferro (sideremia) e ferritina. 06/07/2015 ferro 118 (valori riferimento 50-170) - ferritina 23 (valori riferimento 5-205) qui avevo una caduta di capelli forte (700 a lavaggio whas test) tanto che la dermatologa mi ha prescritto adefluvina e mi ha dato uno spry per i capelli, nonostante i valori non fossero sotto la norma, avevo comunque capogiro pallidore stanchezza cronica stanchezza forte alle gambe e aumento dello stress. 22/10/2015 ferro 127 (valori riferimento 50-170) - ferritina 48 (valori riferimento 5-205) stavo già un po' meglio e anche la caduta dei capelli era migliorata, miglioramento lieve dello stress e meno indebolita. caduta dei capelli a lavaggio wash test 400). 1/04/2016 ferro 53 (valori riferimento 50-170) - ferritina 35 (valori riferimento 5-205). Qui ho avuto un calo della ferritina quindi la caduta dei capelli è ricominciata all'improvviso e soprattutto è calato improvvisamente il ferro e anche di tanto . La caduta è aumentata esageratamente nel giro di 2 settimane. capelli Da 400 a lavaggio sono passata a 800 a lavaggio (peggio che prima di iniziare le cure). Ultime analisi pochi giorni fa 20/06/2016 (dopo 2 mesi di cura di ferro marca cofer): ferro 57 (valori riferimento 50-170) - ferritina 34 (valori riferimento 10-260). Il ferro è praticamente uguale, la ferritina è addirittura calata. Chiedo come mai non aumenta il ferro. lo stress può abbassare il ferro? l'ansia che vivo? i farmaci che prendo? (lyrica rivotril nozinan)... Vi ringrazio aspetto una vostra cortese risposta.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

I suoi valori di ferro e ferritina in partenza erano normali. Quindi non capisco esattamente che senso abbia prendere ferro per vederli più alti. Poi sembra che ragioni di ferro e ferritina come fossero la stessa cosa, il che crea confusione.
Non mi pare ci sia una correlazione nell'andamento né in partenza capisco esattamente il perché dell'ipotesi.
Inoltre un conto sono i capelli persi, un conto è il fatto che la capigliatura si diradi.

In più, la perdita di capelli è un fenomeno in molte persone accade senza che debba far parte di alcuna malattia.

Se mai, potrebbe indagare il profilo ormonale, ma su questo si lasci guidare dal medico, altrimenti rischia di fare ragionamenti inutili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 187XXX

Io non sto' facendo ragionamenti inutili. Non confondo ferro con ferritina MA HO SOLO RIPORTATO I VALORI. Il mio dubbio è se i farmaci possono provocare caduta copiosa di capelli (e DIRADAMENTO). Al wash test perdo 800 capelli non è normale. La mia dermatologa ha valutato che quando ho il ferro più alto non perdo i capelli. inoltre un altro mio dubbio è: quanto può influire lo stress da ansia sulla caduta dei capelli? E poi cosa intende per "profilo ormonale"? Spero in una risposta più precisa, grazie.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' stato Lei a proporre la questione del ferro in apertura di consulto.

La caduta dei capelli non ha sempre una causa intesa come malattia, molti perdono i capelli senza che questo abbia un significato particolare.

Si conoscono diversi fattori, alcuni dei quali accertabili, mentre per i farmaci si dovrebbe verificare la differenza, che ci può certamente essere. Va anche distinta la perdita dei capelli per struttura più fragile, con ricrescita comunque presente, e la perdita dei capelli assoluta, senza che ricrescano.

Il profilo ormonale è la sua situazione rispetto agli ormoni che possono influenzare la crescita, distribuzione e costituzione di peli e capelli, e quindi cortisolo, androgeni, estrogeni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it