Utente
Buongiorno dottori.
Premetto che mi sento bene, cosa strana richiedere un consulto quando si sta bene, in genere lo fa chi ha bisogno di aiuto.
Io ho bisogno di dare un nome, se é possibile, a quello che mi capita.
Ho sofferto in passato di ansia e depressione ma é passato.
Continua a capitarmi, però, una cosa strano.
Quando mi guardo allo specchio a volte fatico a riconoscermi o non mi riconosco affatto.
Sono situazioni diverse fra loro: in alcuni casi vedo la mia immagini allo specchio e questa di muove senza che io muova un muscolo.
Quasi sempre sorride, un sorriso "cattivo".
Altre volte l'immagine é ferma e identica a me, eppure non mi sembro io, non mi riconosco.
Altre volte l'immagine diventa scura, sempre più scura fino al punto che io allo specchio, non sono più io.
Non so se mi sono spiegata, non é facile farlo.
Mi capita da diverso tempo ormai, anni.
All'inizio ne ero spaventata, credevo di impazzire.
Ma capitava di rado e fuori dal mio controllo.
Adesso invece posso farlo succedere quando voglio, mi basta concentrarmi sul mio riflesso.
Che cosa vuol dire?
È semplice immaginazione?
Mi sono anche convinta fosse una cosa perfettamente normale e anche comune a tutti, infatti ho provato a domandare, senza dare spiegazioni, a diverse persone "cosa vedi se ti guardi insistentemente allo specchio" ma le risposte sono tutte uguali "me stessa/o.
Vi ringrazio in anticipo per avermi ascoltata e mi scuso se vi ho fatto perdere tempo.

[#1]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
In assenza di altri sintomi potrebbe non essere un segno di patologia, anzi probabilmente non lo è. Lei eviti di fare questi esperimenti, e se deve stare davanti allo specchio un po' a lungo (magari per il make up) si concentri sull'azione e non sul suo viso,
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-