Scrivere al contrario..a specchio

salve gentili dottori. dunque il figlio di una mia amica ha 5 anni e mezzo e ha notato sia lei che la sua maestra che scrive al contrario. ha da poco imparato le letterine e a formulare semplici paroline ma le scrive al contrario partendo da destra anzichè da sinistra e poi le scrive al contrario ad es la lettera L vista allo specchio. premetto che lui è mancino..ma come si fa a correggere questo "difetto"? la mamma e la maestra di continuo lo riprendono in toni assolutamente pacati indirizzandolo a scrivere nel modo giusto e al momento ci riesce ma quando poi deve farlo da solo ecco che riparte da destra e scrive al contrario..il bambino ha capito che il suo modo di scrivere è sbagliato e a volte prima di iniziare a farlo chiede conferma sulla modalità..come si devono comportare? è necessario informare il pediatra? come mai succede questo? grazie
[#1]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Gentile utente, succedeva la stessa cosa anche a me, eppure poi ho capito. E adesso sono ambidestro e scrivo con entrambe le mani in entrambi i sensi.

Dica alla sua amica di non preoccuparsi, non si può pretendere che i bambini di 5 anni rispondano sempre alle richieste degli adulti. A quell'età anche una cosa importante come la scrittura (per gli adulti) è solo un gioco.

Cordiali saluti

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie lei ci rincuora con questa sua risposta. quindi non deve fare assolutamente nulla? lo può correggere ogni qual volta lui scrive al contrario...sa perchè ha notato che il piccolo è un po' in ansia quando a scuola deve scrivere sul suo quaderno, ha paura di sbagliare e non vorremo peggiorare la sua ansia..come si deve comportare la mamma?grazie ancora per la sua disponibiltà!
[#3]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Gentile ragazza, il bambino è in ansia e ha paura di sbagliare perché evidentemente qualcuno gli sta facendo, ansiosamente, capire che il suo modo di scrivere è sbagliato.
Dipende in altre parole dal fatto che gli adulti gli stanno dicendo, direttamente o indirettamente: "ciò che fai è sbagliato".

Suggerisca alla madre d'interpellare uno psicologo dell'età evolutiva o familiare-relazionale per un parere specialistico, e per sapere come comportarsi senza trasmettere ulteriore ansia al piccolo.

Cordiali saluti
[#4]
Dr. Massimo D'Alessandro Psicologo, Psicoterapeuta 93 4
Gentile ragazza,
la capacità di lavorare serialmente da sinistra a destra è uno di quei prerequisiti importanti che un bambino dovrebbe avere acquisito almeno nell'ultimo anno della scuola dell'infanzia o nei primi mesi della scuola primaria.

Quando manca questo prerequisito della lettura e della scrittura, nella scuola primaria, può accadere che il bambino mostri una scrittura speculare cioè la grafia che viene stesa ha un andamento che va da destra verso sinistra (grafia sinistrosa).

Se oltre alla grafia speculare del bambino avete avuto modo di osservare nella scuola dell'infanzia altre fra le seguenti difficoltà:
1) difficoltà a memorizzare filastrocche,
2) difficoltà nella manualità fine (ad es utilizzo forbici),
3)goffaggine nel vestirsi o allacciarsi le scarpe,
4)inadeguato riconoscimento destra sinistra
5) giocare con le parole oppure

ovvero le seguenti difficoltà nella scuola primaria (qualora il bambino frequentasse la prima classe della scuola primaria):
1)Difficoltà a memorizzare sequenze ( mesi, giorni,
ordine alfabetico,…)
2) Difficoltà a copiare dalla lavagna
3) Utilizzo difficoltoso dello spaziopagina
4) Lentezza nell’acquisizione del codice alfabetico e
della corrispondenza grafema/fonema
5) Scrittura speculare di grafemi e numeri
6) Errori fonologici nella fase alfabetica della scrittura
(inversioni, sostituzioni, omissioni, intrusioni)
7) Difficoltà con i digrammi e trigrammi (ad es. gli, gno, sce ecc.)
8) giochi linguistici con le parole (scioglilingua)
9)Difficoltà grafomotorie

consiglieri una visita da neuropsichiatra infantile e successivamente da psicologo per una valutazione oggettiva del livello raggiunto dal bambino nei prerequisiti della scrittura e della lettura ovvvero nelle abilità di scrittura e lettura.

Se l'unica cosa rilevata nel bambino è la scrittura speculare concordo con il collega, osservate il bambino e la sua evoluzione, ma senza allarmismi e provando a non trasmettergli la vostra ansia.

Cordiali saluti

Dr. Massimo DAlessandro
Psicologo-Psicoterapeuta
www.massimo-dalessandro.com

[#5]
dopo
Utente
Utente
Dr. Massimo D'Alessandro in effetti la mia amica dice di riscontrare alcuni aspetti da lei elencati:

1)Difficoltà a memorizzare sequenze ( mesi, giorni,
ordine alfabetico,…)
2) Difficoltà a copiare dalla lavagna
3) Utilizzo difficoltoso dello spaziopagina
4) Lentezza nell’acquisizione del codice alfabetico e
della corrispondenza grafema/fonema
5) Scrittura speculare di grafemi e numeri
6) Errori fonologici nella fase alfabetica della scrittura
(inversioni, sostituzioni, omissioni, intrusioni)

Inoltre è un bambino che ha difficoltà a stare al centro dell'attenzione, a stare seduto a tavola senza muoversi e si allontana spesso dal tavolo spingendosi con la sedia e un'altra particolarità è che tira sempre su i pantaloni anche in pieno inverno.. e quando parla è molto goffo e non si comprende molto bene ciò che dice..la mamma fino ad ora non ha mai dato peso a questi "sintomi" pensando che fosse "normale" e che fosse timido.forse magari questi sintomi che le ho elencato non c'entrano nulla su ciò che diceva lei..
quindi lei ci suggerisce un consulto da uno psicologo e da un neuropschiatra infantile..ma se possiamo approfittare della sua gentilezza può dirci se lei ha già affrontato questi casi e come si sono risolti? ciò che ci interessa sapere se è una cosa che si può risolvere e soprattutto se ciò può creare "problemi" alla vita sociale del bambino..che in realtà è molto socievole e amato dai compagni. nel frattempo provvederemo al più presto alle visite da lei consigliate..grazie
[#6]
Dr. Massimo D'Alessandro Psicologo, Psicoterapeuta 93 4
Gentile utente,
se le vostre osservazioni sono corrette e quindi alla scrittura speculare del bambino sono associati gli altri "deficit" che riferite sarebbe opportuno accompagnare il bambino all'attenzione di un Servizio di Neuropsichiatria infatile della vostra ASL per una valutazione ove troverete tutte le figure professionali idonee a farla(neuropsichiatra infantile e psicologo).

Non parlo del vostro bambino, in quanto non è stato da me valutato, ma in generale quando i bambini nell'ultimo anno della scuola dell'infanzia non hanno ben acquisito le capacità che vi ho elencato potrebbero in futuro avere difficoltà di apprendimento della scrittura e della lettura in quanto trattasi di prerequisiti essenziali per apprendere a scrivere e a leggere.
Questo ci dice la letteratura e l'esperienza clinica.

é ovvio che il buon senso a questo punto ci porti a fare le opportune verifiche (senza ansia, mi raccomando).

Non posso dirle se ho affrontato o meno questi casi perchè senza una valutazione cognitiva di livello, di abilità acquisite ed emotivo/affettiva del bambino, non mi è dato sapere nemmeno se il problema che si è ipotizzato sia presente o assente.

Il bambino ha una età in cui può permettersi qualsiasi recupero (qualora debba recuperare qualcosa), non pensate ad un futuro lontano, ma a prenotare una visita, poi ne riparleremo se volete.

Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio