Utente
Salve......come da titolo vorrei sapere che sintomi o disturbi può manifestare un candidato in un colloquio con uno psicologo-psichiatra, tali che alla fine del colloquio emerga che il candidato mostri elementi di immaturità ideoaffattiva....

spero di essere stato chiaro...

grazie per l'aiuto...buona giornata.

[#1]  
Dr. Stefano Pozzi

32% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Gentile utente,

il suo quesito è molto generico e se desidera che le siamo d'aiuto deve essere più preciso e spiegarci meglio di cosa stiamo parlando.

In attesa di ulteriori dettagli che ci vorrà fornire la saluto cordialmente,
Dr. Stefano Pozzi, psicologo psicoterapeuta
Riceve a Milano e Mariano Comense
s.pozzi@psychology.it - 340.2665359

[#2] dopo  
Utente
provo a spiegarmi meglio...il problema è che mi sono sottoposto ad un colloquio con uno psicologo e uno psichiatra per entrare nell' esercito...ma sono risultato non idoneo a causa della presenza di elementi di immaturità ideoaffettiva...ecco non riesco a capire cosa si intende per immaturità ideoaffettiva...ho provato a cercarlo su altri siti ma niente...spero di essere stato più chiaro.
SALUTI.

[#3]  
Dr. Stefano Pozzi

32% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Ha ricevuto un referto scritto?
Se sì, che altro riporta?
Dr. Stefano Pozzi, psicologo psicoterapeuta
Riceve a Milano e Mariano Comense
s.pozzi@psychology.it - 340.2665359

[#4] dopo  
Utente
sul referto risulta solo NON IDONEO a causa di elementi di immaturità ideoaffettiva....ho cercato di avere delucidazioni dallo psichiatra in questione...ma non mi è stato possibile

[#5]  
Dr. Stefano Pozzi

32% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Si tratta di una definizione che può avere più di un significato (esattamente come dire che una persona è "ansiosa" può indicare molti differenti quadri clinici e subclinici e non un'unica condizione).

In linea di massima vuol dire che in lei non sono state riscontrate quelle caratteristiche affettive ed emotive (in particolare per quanto riguarda la gestione dello stress e le modalità di relazione) che l'esercito ritiene necessarie per potersi arruolare e svolgere compiti che richiedono appunto la piena maturità affettiva in quanto a, per esempio, tolleranza della frustrazione.

Penso che non le diano informazioni più dettagliate perchè non trattandosi di un contesto clinico non è previsto che ciò accada.

Se è interessato a ricorrere potrebbe rivolgersi ad un altro psicologo o psichiatra pubblico o privato e chiedere un approfondimento diagnostico per stabilire se ci sia la possibilità di fare appunto ricorso e se eventualmente ci sia qualche aspetto che necessiti di una psicoterapia.

Cordiali saluti,
Dr. Stefano Pozzi, psicologo psicoterapeuta
Riceve a Milano e Mariano Comense
s.pozzi@psychology.it - 340.2665359

[#6]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
la vita militare comporta tress, regole e restrizioni, la diagnosi che le è stata fatta, evidenzia l'assenza di una maturità tale da permetterle uno stile di vita del genere.

Se desidera, può anche approfondire de visu la diagnosi ricevuta e valutare con il collega, se è il caso di effettuare una psicoterapia.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7] dopo  
Utente
chiedo scusa....ma cosa significa approfondire de visu?

[#8]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Consulenza con uno psicologo in carne ed ossa, no online
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#9] dopo  
Utente
il problema è che sono consapevole di avere dei grossi problemi....ma non ho di certo le disponibilità economiche per permettermi una psicoterapia...quindi dovrò cercare di risolvere da solo..anche se sarà difficile

inoltre non cercavo consulenze online ma solo delucidazioni su termini usati da un vostro collega militare.

Vi ringrazio per le spiegazioni date.

Buona serata.

[#10]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
La psicotapia, non correla obbligatoriamente con una spesa importante, anche nelle strutture. Pubbliche, trovra' validi professionisti, nel caso volesse risolve le sua difficolta'
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#11]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
SIGNA (FI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
>>> il problema è che sono consapevole di avere dei grossi problemi
>>>

Se riconosce di avere grossi problemi, mi pare che stia affrontando la questione nel modo opposto a quello corretto: non è cercando di nasconderli al perito selettore che riuscirà ad arruolarsi. Dopotutto, il loro lavoro consiste proprio in questo, sono pagati apposta per individuare i problemi degli altri.

Dovrebbe invece prima risolverli, i suoi problemi, e poi rifare domanda nel corpo di sua scelta.

Anche perché la vita militare non è per tutti: se non si è ben equipaggiati psicologicamente ad affrontarla, si possono prendere cocenti delusioni e soffrirne.
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it