Un chiarimento

Buon pomeriggio. vorrei gentilmente un chiarimento:
quando si ha un infarto ho sempre saputo che il braccio sinistro fa male. Ma il dolore in tal caso come dovrebbe essere? spiego perché faccio questa domanda: ho intorpidimento al braccio sinistro, mi tira molto la fascia dell'avambraccio e sento il dito mignolo ed anulare come pesante e intorpidito, e con loro anche altre dita.
Tutti parlano di questo dolore al braccio , ma non ho compreso come dovrebbe essere. Dolore ok, ma come?
Grazie mille a tutti
[#1]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 2,9k 106
Non credo sia utile illustrarLe le varie tipologie di dolore che possono associarsi ad un infarto miocardico (per questo potrà trovare in Rete innumerevoli elenchi), evento che di sicuro non L'ha colpita.
Mi sembra più importante cercare di inquadrare la sintomatologia da cui Lei è affetto e correlarla con una specifica patologia. Con i limiti di un consulto a distanza, i sintomi che Lei riferisce potrebbero essere secondari ad una compressione del nervo ulnare. Questa ipotesi diagnostica potrà agevolmente essere confermata o esclusa dal Suo medico semplicemente visitandoLa "dal vivo".
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#2]
dopo
Utente
Utente
oggi pomeriggio camminando di punto in bianco ho avvertito un dolore crescente al petto, al centro dello stesso spostato verso sinistra. il tutto è durato 5 - 7 minuti...e da qualche giorno ho fastidio, come un lieve dolore ma non duraturo, alla mandibola sia destra che sinistra.
posso star tranquillo?
[#3]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 2,9k 106
Quindi il sintomo al braccio sinistro è scomparso? Meglio così.
In ogni caso, non è possibile formulare diagnosi a distanza. Le consiglio di rivolgersi ad un medico di Sua fiducia che possa visitarLa ed indirizzarLa al meglio.
Visto il numero di richieste di consulti da Lei inviate con oggetto "dolore toracico" magari è il caso di pensare ad un percorso psicoterapeutico mediante il quale Lei possa evitare di rovinarsi la vita cercando di continuo rassicurazioni circa un infarto incombente.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
il dolore al braccio sinistro ce l'ho quasi tutti i giorni a dire il vero. Mi tira. Il cardiologo giorni fa mi disse essere cervicale...sento poi come una specie di mal di denti alla mandibola di destra e di sinistra.
Mi hanno fatto elettrocardiogrammi, analisi (enzimi) in pronto soccorso il 28 settembre (pensavo infarto invece era attacco di panico), sentivo strette al petto, dolori toracici. In agosto anche holter 24 h, tutto bene.
Vado da uno psicologo difatti, ma sono poche le volte che ci sono andato, ho iniziato da poco.
Per il cuore posso tranquillizzarmi? per i sintomi che ho e che ebbi ieri...
[#5]
dopo
Utente
Utente
La cosa che mi mette in allarme è che al giorno ho queste tirate , diciamo così, al braccio sinistro e dolore un po' alla mandibola. Mi hanno comunque detto che qalora fosse stato un infarto non ero qua a parlarne così giacché mi fosse già preso.
Il mio medico curante dice che non sono questi i sintomi di un infarto...
PS, forse avevo dimenticato: 1:69 - 70kg di peso. Non fumo, non bevo, non fumo erba, non faccio uso di droghe. Mia nonna e mio zio ebbero infarti dopo i 55 anni. Mio padre e mia madre non soffrono di cuore. Faccio da poco sport dopo 15 anni di inattività , faccio nuoto da due settimane circa. In questi anni ho sempre fatto una vita sedentaria: casa, computer, libri, bar.
posso star tranquillo per quel che concerne un infarto?
[#6]
dopo
Utente
Utente
premetto che alle volte quando mi sforzo sento del dolore al torace, altre sempre al torace ma verso destra e il dolore e fra la gola e lo sterno su per giù...e alla gola sento come una pressione. Esempio: ora sento fame giacché non ho mangiato durante la mattinata, e adesso ho sentito al punto di ieri come una stretta, una fitta, ma è durata pochi secondi...
è grave? spero di no, dopo tutti i controlli fatti...
[#7]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 2,9k 106
A mio parere (e anche secondo gli altri colleghi del Sito) Lei non ha nulla di cardiologico. E' invece evidente un notevole stato d'ansia focalizzato sull'apparato cardiovascolare.
Lei non ha bisogno di un cardiologo, ma è necessario che segua con assiduità un percorso psicoterapeutico.
Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore
[#9]
dopo
Utente
Utente
una domanda scusi: e come mai se faccio sforzo,anche il solo camminare od un più banale eccitarmi sessualmente, mi duole il petto?
Grazie ancora
[#10]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile Signore,
Poiche' c'e stato un infarto in famiglia e' possibile che Lei sia "allertato" da qualsiasi dolore al braccio.
Considerato che a livello fisiologico non sussistono evidenze potrebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta che operi con metodologia psicosomatica per capire se sussistano connessioni emotive fra queste zone "dolorabili" e condizioni di disagio forse inconscio.
Mi faccia sapere!
I migliori saluti.

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#11]
dopo
Utente
Utente
dallo psicologo ci sto andando da una settimana...scusi ma l'ansia e l'ascoltarmi può darmi dolori al petto?
[#12]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154

Gentile Signore,
Purtroppo si!
Il torace e' solcato da fasci di muscoli e innervazioni afferenti al Sistema Nervoso Autonomo che gestiscono le sensazioni dolorose e la respirazione.
Tali muscoli possono restare percio' contratti in modo involontario e rendere tutta la zona "dolorabile".
A mio avviso dovrebbe contattare uno psicoterapeuta che operi anche attraverso metodologie psicosomatiche.
Mi faccia sapere!
I migliori saluti.
[#13]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottoressa, gentilissima come sempre.
Buona giornata
[#14]
dopo
Utente
Utente
scusi ancora dottoressa: la postura può influire in un dolore toracico?
[#15]
dopo
Utente
Utente
anche il dolore al braccio, come punture da ago alle volte..ed al pollice delle mani, prima destro, poi anche alle volte sinistro
[#16]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154

Gentile Signore
La postura influisce in modo significativo sulla dolorabilita' del torace e puo' influire su diverse cose ed e' addirittura una espressione della personalita'.
Lei mantiene una particolare postura? Ad esempio delle spalle? Una "chiusura" del torace?
[#17]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Le sensazioni di punture ai pollici potrebbero dipendere sia un interessamento del'innervazione periferica del sistema nervoso autonomo sia un problema dei tendini .
Se ci fosse una compressione sui tendini all'interno del tunnel carpale avrebbe tali sensazioni.
Ne parli con un terapeuta psicosomatico che potra' essere piu' preciso!
I migliori saluti e auguri!
[#18]
dopo
Utente
Utente
si io quando sono seduto spesso poggio i gomiti. tendo anche a stare con ambe due le braccia poggiate e chiudere le spalle...
[#19]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
La postura si guarda in piedi, camminando.
In modo da rappresentare una "posizione esistenziale".
Ma il chiudere le spalle da seduti, in una posizione rilassata potrebbe avere la Sua importanza.
La Sua postura va comunque considerata vedendola in persona.
On line non si puo' verificare nulla!
Di nuovo i migliori saluti.
[#20]
dopo
Utente
Utente
i formicolii invece alle mani, intorpidimento alle braccia? che quando mi prendono penso subito ad un infarto...
[#21]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Caro Signore,
Non stia a spaventarsi per cose che non hanno senso! E che peggiorano con la Sua preoccupazione.
I formicolii alle mani e l'intorpidimento delle braccia dipendono dall'innervazione periferica.
La prima cosa da fare e "vederla' di persona e capire quanto le "costrizioni periferiche" possano essere prodotte dall'ansia somatizzata che fa contrarre muscoli e trasmettere impulsi dolorosi.
In seconda battuta esistono esami specifici per valutare la conduzione degli impulsi nervosi e dolorosi nei tendini!
Ma vada per gradi! E non stia a pensare a cose che la impauriscono inutilmente.
Mi faccia sapere quando ha incontrato il terapeuta.
I migliori saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio